Primo Piano

Campionato di Ruzzle, un palermitano sul tetto d’Italia

Il primo campionato nazionale di Ruzzle, lanciato dalla Media Company WebHub lo scorso marzo attraverso il sito www.ruzzoliamo.it, si è concluso con la premiazione di 50 giocatori.
Il risultato è a dir poco sorprendente poiché gli italiani si sono rivelati non solo appassionati di tecnologia ma anche abili conoscitori della lingua italiana. I partecipanti si sono sfidati fino all’ultima sillaba per aggiudicarsi i premi assegnati ogni settimana. Il titolo di Migliore d’Italia, è stato aggiudicato a un ventenne palermitano ,“Totyno93”, a cui e’ stato assegnato un Mac Book Pro.
La competizione, dedicata a tutti gli appassionati del “paroliere 2.0”, ha ottenuto un successo straordinario: gli iscritti sono stati più di 70mila e ogni giorno si sono disputate circa 15mila partite, per un totale di oltre 500mila match giocati nel corso del campionato.

Durante le cinque settimane del campionato, l’intera penisola si è sfidata a Ruzzle: la provincia di Roma si è rivelata la più agguerrita con il maggior numero di giocatori partecipanti, seguita da Milano e Napoli (6%).
Ma viste le circostanze non potevano mancare i “furbetti”napoletani. 159 gli imbroglioni partenopei, colpevoli di aver utilizzato programmi di cheating.
Molteplici le categorie premiate: “l‘Assiduo”: chi ha disputato piu’ partite. “L’Amicone”: chi ha fatto iscrivere piu’ amici. “Lo Scalatore”: chi ha scalato piu’ livelli nella settimana. “Il Fenomeno”: chi ha totalizzato il punteggio piu’ alto in una sola partita e il “Podio” cioè chi ha conquistato una delle prime tre posizioni della classifica settimanale.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button