CronacaPrimo Piano

BULLISMO E CYBERBULLISMO: PREOCCUPANTI I DATI DEMOS

Bullismo
Bullismo

(di redazione) Sono dati allarmanti quelli pubblicati da Repubblica sul fenomeno del bullismo e del cyberbullismo. “Il sondaggio di Demos, condotto nelle scorse settimane in Italia, ne conferma la gravità e la diffusione, nella ‘percezione’ sociale”, scrive il quotidiano. Ed è per questo che il presidente del Co.Re.Com. Sicilia, Ciro Di Vuolo, torna a sottolineare l’importanza delle azioni di prevenzione ed educazione, per creare una nuova consapevolezza in tutti i soggetti coinvolti: i ragazzi, in primis, ma anche gli insegnanti e i genitori. “La scuola è la principale incubatrice della legalità. E il fenomeno del bullismo – afferma Di Vuolo – si combatte soprattutto coinvolgendo i ragazzi e creando per loro occasioni di condivisione”.

Inoltre, la ricerca conferma che “l’influenza esercitata dalla rete e dai social network sulla crescita degli atti di bullismo appare ‘data per scontata’ da una quota maggioritaria della popolazione”. “L’uso dei social network – prosegue il presidente del Co.Re.Com – comporta sicuramente dei rischi, soprattutto se usati senza cognizione nelle fasce di età più sensibili, ovvero l’infanzia e l’adolescenza. Ma non serve demonizzarli. Basta informarsi, conoscere, capire: un lavoro continuo di aggiornamento che non va affrontato soltanto dai ragazzi ma anche dai genitori, che su questo tema anzi non possono mai abbassare la guardia”.

È per questa ragione che il Co.Re.Com Sicilia da sempre è protagonista di un’intensa attività di sensibilizzazione dei cittadini sul territorio, con iniziative contro il cyberbullismo o con il sostegno a manifestazioni destinate ai più giovani anche di minore età, con l’obiettivo di potenziare l’alfabetizzazione mediatica.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button