Brancaccio, colpito ex mulino del sale dove sorgerà il Centro diurno per anziani

Da circa un mese sono ripresi i lavori per la realizzazione del Centro Diurno per Anziani a Brancaccio, dove prima sorgeva il Mulino del Sale, in via San Ciro 2, dietro la statua di San Gaetano e a 10 metri dalla Parrocchia del Beato Giuseppe Puglisi.

La struttura, di proprietà del Centro di Accoglienza Padre Nostro, diventerà un bell’edificio ristrutturato sito alle spalle della statua di San Gaetano.

Maurizio Artale, presidente di Centro Accoglienza Padre Nostro Onlus, interviene sulla vicenda dichiarando “Sembra una bella storia, ma, come sempre, i “soliti noti” di Brancaccio non vogliono che questo avvenga”.

“In poco più di un mese, per ben due volte, malavitosi sono entrati di notte all’interno del cantiere, scassinando le barriere d’ingresso, ma senza asportare nulla. Solo una visita, un segnale per la prossima richiesta di pizzo alla ditta che svolge i lavori?

Volutamente non abbiamo sporto denuncia, per evitare di ingolfare di “denunce insignificanti” il Tribunale di Palermo e gli appartati investigativi, intenti alla caccia del superlatitante Matteo Messina Denaro.
Ma dopo che l’avranno catturato, potremo, anche noi che viviamo a Brancaccio, sperare nella giustizia? Potremo vedere identificati coloro che, da più di 22 anni, minacciano il lavoro degli operatori e dei volontari del Centro?”.

Exit mobile version