Arte e CulturaPrimo Piano

Blue Sea Land, presentata l’edizione 2014

È stata presentata questa mattina, al Cerisdi, l’edizione 2014 di “Blue Sea Land”, l’Expo dei Distretti Agroalimentari del Mediterraneo, Africa e Medioriente che si svolgerà dal 9 al 12 ottobre a Palermo, Gibellina, Marsala e Mazara del Vallo.

Alla conferenza stampa di presentazione erano presenti, per il Comune di Palermo il Sindaco e Presidente Anci Leoluca Orlando e l’assessora alle Attività produttive Giovanna Marano, l’assessore Agricoltura e Pesca della Regione Sicilia Ezechia Paolo Reale, il Sindaco di Gibellina Rosario Fontana e Giovanni Tumbiolo presidente Cosvap.

“E’ una iniziativa che vuole confermare la centralità mediterranea della Sicilia dal punto di vista storico e geografico, ma soprattutto dal punto di vista economico – ha detto il Sindaco Leoluca Orlando-. Non chiediamo soldi a qualcuno, chiediamo che coloro che già esistono, possano produrre ricchezza. Spesso quello che manca alle nostre terre non è la qualità del prodotto, ma la quantità, che è quello che richiedono i grandi mercati internazionali. Ecco perché come Anci abbiamo istituito un tavolo tecnico per mettere insieme coloro che producono lo stesso prodotto e che messi in rete possono affrontare i mercati internazionali”.

La manifestazione, che si svolgerà principalmente nella casbah di Mazara del Vallo, permetterà di conoscere e apprezzare prodotti provenienti dai diversi paesi del Mediterraneo, ma principalmente quelli siciliani, e di partecipare a incontri scientifici, laboratori del gusto, innovazioni tecnologiche, eventi culturali e spettacoli che animeranno questa edizione dell’Expo.

“Il Distretto della Pesca di Mazara del Vallo – ha continuato il Sindaco Orlando – unisce importanti realtà come Palermo, Gibellina, Mazara e Monreale che si sono messe in rete per dare risalto e attenzione alla ‘blu-economy’, cioè a quella economia del mare che spesso viene sottovalutata. Percorrendo questa strada che mette insieme cultura ed economia – ha concluso Orlando – abbiamo trovato il modo migliore per presentarci come Anci Sicilia ad Expo 2015, valorizzando i territori siciliani nella loro dimensione economica produttiva, legata a una forte radice culturale”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button