Primo PianoSport

Belotti-Palermo: un amore mai nato

Di Elian Lo Pipero

Si è conclusa oggi l’avventura di Andrea Belotti nel Palermo, dopo due anni il Gallo lascia la Sicilia e si trasferisce al Torino di Urbano Cairo e di mister Ventura. Una cessione su cui nessuno, a inizio estate, avrebbe scommesso. Con la cessione di Dybala per Belotti il posto da titolare era garantito, ma qualcosa non è andata nel modo giusto. Non si sa con certezza cosa non abbia funzionato,   quello che vi è di certo che i rosanero avevano fatto un investimento importante sul Gallo, prelevandolo dall’Albinoleffe in prestito e poi riscattandolo per 5 milioni, anticipando le altre pretendenti, alcune di queste anche più blasonate. Quando si agisce così vuol dire che al giocatore ci si crede ed anche parecchio.
Poi, però, vuoi per la poca esperienza nel primo anno in Sicilia, vuoi per l’esplosione di Dybala e Vazquez durante la scorsa stagione, Andrea non è riuscito mai a trovare spazio, quello spazio che probabilmente avrebbe anche meritato. La cessione della Joya Hernandez sembrava stesse per mettere in rampa di lancio proprio l’azzurrino e per qualche settimana, nonostante i tantissimi rumors che lo riguardavano, sembrava essere proprio così. In realtà più passavano i giorni e più il Gallo si allontanava dalla Sicilia. Eppure Belotti ogni qualvolta veniva chiamato in causa si faceva trovare sempre pronto (i tifosi rosanero ricorderanno benissimo i due goal decisivi segnati da Belotti nelle partite contro Siena e Novara, nell’anno di B; per non dimenticare il goal al 93’, l’anno scorso contro il Sassuolo) regalando sempre ottime prestazioni.
Ma impegno e reti non sono bastati a Belotti per guadagnarsi la fiducia di Iachini. E allora si è cominciati a lavorare sotto traccia a una soluzione: Atalanta, Sassuolo e Bologna sono state alcune delle società che si erano interessate al Gallo, ma si sa che Zamparini è un osso duro e che se non si accettano le sue condizioni difficilmente la trattativa potrà andare a buon fine.  Tanti rumors durante i primi mesi estivi, fino alla settimana scorsa quando Cairo contatta Zamparini, deciso a prendere Belotti, convinto  che questo possa essere l’anno dell’esplosione di uno dei migliori giocatori dell’under 21 di Di Biagio. L’offerta di 7,5 milioni soddisfa Zamparini: affare fatto.  Oggi firma e visite mediche. Andrea Belotti è pronto a dimostrare a tutti gli scettici il suo vero valore.

Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: