Primo PianoSindacato

BCC nuovo Polo bancario madonita per la Fabi il futuro si costruisce su basi solide

I Consigli di Amministrazione dei due istituti bancari hanno sottoscritto una lettera di intenti per l’avvio di un progetto aggregativo.
Contiguità territoriale ed affinità economica/sociale sono gli elementi che caratterizzanti il processo di aggregazione tra le due banche.
Le due realtà Bancarie contano circa 2.400 soci, 16 sportelli e masse intermediate per circa 450 milioni di euro un patrimonio che supera i sfiora i 48 milioni di euro.
A renderlo noto è Gaetano Castagna Responsabile della Fabi in Sicilia per le BCC.
L’elemento di forza della nascente banca – spiega Castagna – è sicuramente la compagine impiegatizia giovane e ben radica sul territorio.
La fusione per incorporazione della Bcc mutuo soccorso di Gangi nella la Bcc San giuseppe delle Madonie crea il polo bancario madonita.
Un’ occasione per aumentare la presenza bancaria i territori montani hanno necessità di banche locali che siano il volano di sviluppo per aumentare l’efficienza allocativa cooperativa con conseguente aumento della competitività del territorio, un’occasione strategica per lcreare un polo del Credito Cooperativo il processo offre una prospettiva sinergica infatti le due Banche operano oggi in un contesto di vicinanza territoriale, senza sovrapposizioni di aree di competenza.
Entrambe le BCC presentano indicatori patrimoniali e finanziari positivi, come pure buone performance economiche e commerciali, e strutture organizzative solide ed efficienti.
“Per la Fabi siciliana – aggiunge Carmelo Raffa Coordinatore regionale della Fabi in Sicilia – la via maestra per questa realtà si trova nell’articolo due dello statuto di entrambe le realtà “ …….. lo scopo di favorire i soci e gli appartenenti alle comunità locali nelle operazioni e nei servizi di banca, perseguendo il miglioramento delle condizioni morali, culturali ed economiche degli stessi e promuovendo lo sviluppo della cooperazione, l’educazione al risparmio e alla previdenza, nonché la coesione sociale e la crescita responsabile e sostenibile del territorio nel quale opera, il futuro si costruisce su basi solide”.

Filippo Virzì

Giornalista radio/televisivo freelance, esperto in comunicazione integrata multimediale.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com