Economia & LavoroPrimo Piano

BANDO “OCCUPIAMOCI!”: AL VIA 9 IMPRESE SOCIALI CHE DANNO LAVORO AI GIOVANI

unicreditBANDO “OCCUPIAMOCI!”: AL VIA 9 IMPRESE SOCIALI CHE DANNO LAVORO AI GIOVANI

I progetti vincitori della seconda edizione del Bando “Occupiamoci!”

All’ Ass.ne Apriti Cuore 65mila € per il progetto “Shore-Team: l’officina a mare”

Al Comitato Arcigay Palermo 52mila 500 € per il progetto “Palermo non conventional tour”

Favorire l’inserimento lavorativo di giovani tra i 16 e i 29 anni attraverso lo strumento dell’impresa sociale, promuovendo un mercato del lavoro maggiormente inclusivo, con minori barriere e divari sociali, culturali, geografici, generazionali e di genere. Questo l’obiettivo della seconda edizione del Bando Nazionale “Occupiamoci!”, promosso da quattro Fondazioni private e un’associazione di manager che hanno fatto fronte comune e messo a disposizione competenze e risorse, stanziando complessivamente 600.000 euro.

In occasione della Festa dei lavoratori, Fondazione Mission Bambini, Fondazione Canali Onlus, Fondazione San Zeno, UniCredit Foundation e Manageritalia Milano – Gruppo Volontariato Professionale, annunciano i progetti vincitori. Si va dal caseificio mobile per produrre yogurt e formaggio di capra biologici in provincia di Varese, al food truck di cibo etnico a Verona. Dal laboratorio di gelato artigianale con punto vendita sulla passeggiata Genova-Nervi, a quello per la produzione di piadine e altri preparati per pasta e pizza a Forlì. E ancora: un negozio di articoli equosolidali e biologici in piazza dei Miracoli a Pisa e l’ampliamento di un asilo nido a San Benedetto del Tronto (AP).

Nel Sud Italia: favorire la mobilità sostenibile a Napoli, attraverso una ciclofficina, un team di corrieri a domicilio su due ruote e itinerari cicloturistici in città e provincia. Promuovere lo sviluppo di percorsi turistici non convenzionali a Palermo, valorizzando l’attrattività della città. Sempre nel capoluogo siciliano: un’officina/veleria itinerante per interventi di manutenzione e riparazione a chiamata sulle imbarcazioni private nel  porto cittadino.

Sono questi i nove “social business” vincitori del Bando “Occupiamoci!”, selezionati tra oltre 200 richieste pervenute. Attività imprenditoriali nuove o da potenziare, ideate e gestite da organizzazioni del privato sociale (associazioni, cooperative) e quindi senza scopo di lucro, per operare principalmente in settori strategici per il nostro Paese, come enogastronomia e turismo.

I progetti riceveranno un contributo medio di 65.000 euro ciascuno, per coprire una parte degli investimenti iniziali e una parte dei costi di gestione. I nuovi posti di lavoro creati – inizialmente a beneficio di 35 giovani – potranno crescere nel tempo, con l’affermarsi sul mercato delle idee di business sostenute. Molti progetti prevedono inoltre attività di formazione rivolte ad un numero di giovani più ampio rispetto a quelli poi direttamente inseriti al lavoro, e coinvolgono anche categorie in condizione di svantaggio sociale: giovani con disabilità (Varese), minori con alle spalle situazioni familiari difficili (Genova), ragazzi e ragazze in uscita da case famiglia e madri sole (Forlì), persone con sindrome di down (Pisa), giovani neomaggiorenni in uscita da percorsi di comunità o penitenziari (Palermo).

Le risorse messe a disposizione dai promotori sono state equamente distribuite sul territorio nazionale, grazie a tre graduatorie distinte sulla base dell’area geografica di realizzazione degli interventi (Nord, Centro, Sud Italia). I progetti partiranno nei prossimi mesi, e vanno ad aggiungersi a quelli sostenuti dalla prima edizione del Bando “Occupiamoci!”, grazie alla quale più di 100 giovani in tutta Italia sono stati inseriti al lavoro attraverso tirocini formativi o in imprese sociali.

Per maggiori informazioni: www.missionbambini.org, www.canali.com/fondazione, www.fondazionesanzeno.org, www.unicreditfoundation.org.

Le dichiarazioni dei promotori del Bando Nazionale “Occupiamoci!” II° edizione

“Con questa seconda edizione del Bando “Occupiamoci!” – dichiara Goffredo Modena, Presidente di Fondazione Mission Bambiniabbiamo voluto privilegiare i progetti con un grado elevato di sostenibilità economica, con l’obiettivo realistico di garantire stabilità ai nuovi posti di lavoro creati”.

“In un momento in cui la concretezza e la velocità di esecuzione di un progetto è ancora più importante – dichiara Maria Grazia Canali, Presidente di Fondazione Canali Onlussono molto soddisfatta che questa iniziativa abbia veramente fatto la differenza per questi 35 ragazzi”.

“Anche quest’anno  – dichiara il Dott. Sandro Veronesi, Presidente di Fondazione San Zeno Onlus e fondatore del Gruppo Calzedonia – abbiamo confermato il nostro sostegno ad un’azione congiunta sul territorio nazionale per creare opportunità di sviluppo e lavoro scegliendo di sostenere imprese sociali dove non solo la sostenibilità economica dell’iniziativa ma qualità del lavoro, inclusione sociale e rigenerazione territoriale diventano obiettivi primari dell’attività imprenditoriale. Realtà sensibili in particolare alla formazione e all’impiego di giovani, che creano per loro nuove opportunità di vita”.

“I dati relativi a questo Bando raccontano, da una parte, come l’emergenza dell’occupazione giovanile interessi diffusamente e indistintamente tutto il nostro Paese – spiega Maurizio Carrara, Presidente di UniCredit Foundation – ma denotano anche come, da nord a sud, non manchino la voglia di fare, le idee, la capacità di fare impresa in modo innovativo: i progetti scelti sono esempi vincenti, funzionali e sostenibili, integrati con il territorio e i settori trainanti della nostra economia. E’ quindi fondamentale che come corporate foundation, continuiamo a collaborare, condividendo risorse, strumenti e conoscenze per sostenere i progetti migliori e contribuire davvero in modo effettivo a dare impulso alla ripresa”.

“Nella situazione attuale in cui la disoccupazione giovanile è uno dei problemi più sentiti nella società – dichiara Giancarla Bonetta, Coordinatrice Gruppo Volontariato Professionale – Manageritalia Milanoi manager sono concretamente partecipi e fortemente proattivi nel sostenere l’avvio di progetti di imprenditoria sociale che favoriscano opportunità di lavoro, donando esperienze e competenze professionali indispensabili per il successo delle imprese”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: