Economia e Lavoro

Ast, i sindacati annunciano lo stato di agitazione

Un automezzo dell’AST

“L’assessore all’Economia, Gaetano Armao, non ha presentato, per l’approvazione, il bilancio 2011 dell’Ast, atto necessario per sbloccare la erogazione di oltre 7 milioni di euro a favore dell’Azienda. Un comportamento, a dir poco incomprensibile che rende assolutamente incerti i tempi di pagamento delle retribuzioni di settembre, non ancora erogate e rischia di portare, in pochi giorni, l’Azienda alla paralisi, a causa del blocco delle erogazioni del gasolio e delle manutenzioni agli autobus, da parte dei fornitori che vantano notevoli crediti inevasi”.

Ad annunciare così lo stato di agitazione dei lavoratori dell’Ast, sono Amedeo Benigno Segretario Fit Cisl Sicilia e Franco Spanò Segretario Filt Cgil.

Torna alta dunque la tensione nell’ambito della vertenza Ast, “ci riserviamo – spiegano i Segretari – ogni legittima azione ed iniziativa a tutela dei loro diritti e del futuro della società, presto ci autoconvocheremo presso l’assessorato all’Economia per chiedere di essere ricevuti su tale argomento , con una folta rappresentanza di lavoratori”.

“Ancora una volta abbiamo la sensazione che i comportamenti e gli atti assunti dalla Regione siano diretti all’affossamento dell’Ast e la sua scomparsa nel settore del trasporto pubblico locale siciliano. L’ennesima promessa, andata a vuoto , che crea una situazione inaccettabile” concludono Benigno e Spanò.

Comunicato Stampa

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button