Cronaca

Assenza di Clini, scarsa attenzione per “no alle trivelle”

Foto Internet

Ieri il ministro Clini non si è presentato all’appuntamento delle 17 al Ministero con Greenpeace e una numerosa rappresentanza siciliana di amministratori e politici, pescatori e comitati locali; al suo posto erano presenti i Direttori generali responsabili della Valutazione di Impatto Ambientale e della Protezione della Natura e del Mare a cui hanno consegnato le 57.000 firme contro le trivelle petrolifere nel Canale di Sicilia.

Dispiaciuto dalla scarsa attenzione da parte del ministro e del poco interesse nei riguardi degli amministratori venuti dalla Sicilia e degli oltre cinquantasette mila cittadini che hanno firmato la petizione per dire No alle Trivelle nel Canale, interviene Alessandro Giannì, direttore delle Campagne di Greenpeace ‘Parlare con le direzioni generali del Ministero non è l’interlocuzione che cercavamo. Il problema delle trivellazioni è politico. Vogliamo capire da che parte sta il ministro Clini di fronte all’articolo 35 del Decreto ‘Cresci Italia’ che riapre la corsa all’oro nero nelle nostre acque territoriali”.

Il Canale di Sicilia è uno dei punti più ricchi di biodiversità del Mediterraneo, già minacciato da ben ventinove richieste di ricerca di petrolio, di cui undici già autorizzate.
“I rischi – come aveva già precedentemente detto Giorgia Monti, responsabile della campagna Mare di Greenpeace – creati dalle perforazioni off-shore sono inaccettabili per l’ambiente, per l’economia e per il benessere delle comunità che vivono sulla costa. Non possiamo permetterci un secondo ‘Golfo del Messico’ nel cuore del nostro Mediterraneo”.

Con queste valutazioni le associazioni ambientaliste Greenpeace Italia, Legambiente e WWF Italia chiedono al ministro dell’Ambiente di non cedere al pressing del mondo industriale. Intanto aspettando un riscontro di fronte al Ministero, gli attivisti di Greenpeace hanno piazzato una trivella di quattro metri a simboleggiare il rischio di un disastro petrolifero nel Canale di Sicilia e hanno aperto uno striscione con un appello rivolto al ministro: “La Sicilia a Clini: salva il mare dalle trivelle.”

Concetta Ventimiglia

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com