Arrestate due maestre per botte e maltrattamenti ai bimbi

Siamo a San RomanoRoma, in una scuola pubblica materna, dove una maestra di 63 anni e la coordinatrice di 57 sono state arrestate dalla polizia con l’accusa di maltrattamenti e percosse nei confronti di bambini di quattro anni. L’arresto è arrivato in seguito a una serie di indagini coordinate dalla Procura di Roma. La denuncia era scattata grazie ad alcuni colleghi delle donne e genitori dei bimbi.

Tra i comportamenti violenti di cui sono accusate le donne ce n’è uno in cui un bambino, “reo” di essersi fatto la pipì addosso, è stato costretto dalla maestra a prendere un fazzoletto di carta e inginocchiarsi per pulire il bisognino, con la minaccia (davanti agli altri bambini ovviamente) di farglielo pulire con la faccia nel caso in cui si fosse rifiutato.

Nelle classi a loro affidate ci sono anche bambini con problemi e disagi psico-infantili. Magari loro venivano risparmiati? Ma quando mai! Venivano regolarmente umiliati verbalmente e apostrofati con parole molto “graziose” quali scemo, zozzo o bastardo.

Finita qui? Macché. Per richiamare i bambini all’ordine ricorrevano a quelli più grandi che dalle “care insegnanti” venivano istigati ad utilizzare violenza e denigrazione nei confronti dei più piccoli, i quali vivevano un vero e proprio clima di terrore.

Per ora nei confronti delle maestre sono stati disposti gli arresti domiciliari. Vedremo se la giustizia farà una valutazione corretta della questione e darà la giusta punizione a due persone che hanno avuto con tanta facilità il coraggio di terrorizzare delle creature innocenti, che a nostro vedere, rischiano di veder trascorrere tantissimi anni della loro vita con un trauma fortissimo.

Exit mobile version