Economia e LavoroPrimo Piano

Apre oggi il Festival del Lavoro a Palermo

Si terrà oggi alle ore 14.45 presso il Teatro Massimo l’inaugurazione della sesta edizione del Festival del Lavoro.

Una tre giorni intensa che sarà aperta dalla lettura del messaggio di buon lavoro inviato alla manifestazione dal Capo dello Stato Sergio Mattarella e che prevede, fra gli altri, l’intervento “in video” del Ministro del Lavoro Giuliano Poletti, del Presidente dell’Inps Tito Boeri e del Presidente del Parlamento europeo Martin Schulz (previsti per oggi) e dei Ministri della Giustizia Andrea Orlando, dell’Interno Angelino Alfano e dell’Istruzione Stefania Giannini (fra venerdì e sabato). Fra i tanti momenti di confronto anche l’intervista esclusiva a Vincenzo Scotti sulla trattativa stato-mafia.

Oggi parlare di mafia a Palermo non è più un tabù, soprattutto quando si raccoglie la testimonianza di un personaggio-chiave di quel periodo come il Prof. Vincenzo Scotti, ex Ministro dell’Interno e degli Affari Esteri negli anni ‘90-’92, nonché testimone del processo, ancora in corso nel capoluogo siciliano, sui rapporti tra lo Stato e Cosa nostra.

In quegli anni di grande destabilizzazione politica, infatti, si sviluppò il concetto che la mafia rappresentava un sistema di potere che poteva essere contrastato solo con una legislazione adeguata. Nel 1991, infatti, l’allora Ministro dell’Interno Scotti avviò assieme al Giudice Giovanni Falcone una serie di provvedimenti per modificare il codice di procedura penale, per arrivare poi al famoso decreto legge 8 giugno 1992, n.306, convertito in legge il 7 agosto 1992, che sancì l’inizio della lotta al fenomeno mafioso con l’art. 41 bis e l’istituzione della Direzione Investigativa Antimafia, della Direzione Distrettuale Antimafia e di altre misure contro il riciclaggio di denaro sporco.

Il clima di isolamento vissuto da Scotti in quella fase, le resistenze e i contrasti all’azione legislativa, subiti anche in Parlamento, saranno raccontati al Festival del Lavoro venerdì 26 giugno alle ore 16 al Teatro Massimo in “Europa chiama Palermo: dalla Grexit alla Trattativa Stato-mafia”, nell’intervista esclusiva condotta da Rosario De Luca, Presidente della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button