Arte e CulturaPrimo Piano

Appuntamento domenica 12 ottobre con Faimarathon

Albergo dei Poveri – Foto di Giuseppe Castrovinci

Cercavo la grande bellezza. Non l’ho trovata.” dice Jep Gambardella in una famosa battuta del film di Paolo Sorrentino, vincitore dell’Oscar. Ma la grande bellezza ci attende anche dove non ce lo aspettiamo!

Per trovare il bello che ci circonda e per raccontarne le sfumature, per trascorrere nel suo segno una giornata di festa, la campagna di raccolta fondi del Fondo Ambiente Italiano Ricordati di salvare l’Italia ha come appuntamento centrale “FAIMARATHON – Con il Gioco del Lotto e il FAI non correre e scopri l’Italia intorno a te”, evento nazionale a cura delle Delegazioni e dei volontari FAI realizzato grazie alla partnership con Il Gioco del Lotto, che si svolgerà domenica 12 ottobre.

Lo stupore che nasce dalla scoperta non genera solo una gioia momentanea, ma una sensazione di arricchimento e di soddisfazione che ci rende felici: vivere in un Paese meraviglioso e sempre più bello migliora la qualità della vita. E grazie alla FAIMARATHON si potrà scoprire che viviamo in luoghi che hanno tanto da raccontarci e che sanno stupirci, se guardati con occhi diversi, che ci fanno sentire bene e che sono in grado di renderci ogni giorno sempre più orgogliosi!

Domenica 12 ottobre l’appuntamento è dunque con una passeggiata non competitiva organizzata in oltre 120 città italiane, una “maratona culturale” a tappe e adatta a persone di tutte le età, curiose di scoprire quanti sorprendenti tesori si nascondono tra i luoghi della loro vita quotidiana, spesso troppo frenetica per fermarsi ad ammirarli. Un’emozionante giornata da “turisti a casa nostra” in cui meravigliarsi di fronte a monumenti e siti di interesse artistico, paesaggistico e sociale che rappresentano l’identità del territorio, la sua storia, le sue tradizioni: dai palazzi ai giardini, dai teatri ai cortili, dalle chiese alle piazze, dalle scuole ai vicoli.

Napoli, Roma, Milano, Bologna, Venezia, Bari, Palermo… e tante altre. Oltre 120 città per altrettanti itinerari a tema, e oltre 1000 tappe da scoprire e in molti casi da visitare. Diversi infatti saranno i luoghi poco conosciuti o chiusi al pubblico che verranno aperti ai partecipanti con visite guidate a cura dei volontari FAI.

La Delegazione FAI Palermo ha scelto Corso Calatafimi come protagonista assoluto di questa terza edizione della FAIMARATHON. Un luogo antropizzato fin dall’antichità come rivelano le testimonianze archeologiche delle necropoli puniche e romane: gli Arabi v’impressero i segni di una cultura volta a realizzare lussureggianti giardini e luoghi di delizie, la Cuba e la piccola Cuba; i Normanni casali e fattorie; i Borgognoni il loro quartier generale. Lo stradone di Mezzomonreale è voluto dal Vicerè Marcantonio Colonna che nel 1580 approva il progetto di prolungare la strada del Cassaro oltre Porta Nuova. Nel 1630, lungo il percorso a decoro della nuova strada e per sollievo e refrigerio dei pellegrini, sono realizzate sette fontane ideate dall’architetto Mariano Smeriglio ed eseguite da Nunzio La Mattina. Nel corso del settecento, lungo il suo percorso, si affiancano il Real Albergo dei Poveri, l’educandato Carolino (oggi Educandato femminile Maria Adelaide), Villa Palagonia e numerose dimore che andranno a incorniciare il nuovo assetto viario.

Saranno 7 le tappe della maratona culturale organizzata nel capoluogo siciliano dalla delegazione FAI di Palermo insieme al supporto dei Volontari e del Gruppo Fai Giovani Palermo. Partenza dalle ore 10:30 dall’Educandato Maria Adelaide, al suo interno una preziosa biblioteca con 6000 volumi; si prosegue con l’Albergo dei Poveri con il suo antico lavatoio; la Fontana dei Dragoni, costruita nel 1630; il Castello della Cuba, appartenuta fino al Trecento, unitamente al giardino che la circondava, al patrimonio del re di Sicilia; la Necropoli Punica, testimonianza più concreta e significativa relativa all’antico emporion fenicio-punico; Villa Napoli, ricca di numerose stratificazioni storiche che testimoniano la sua evoluzione dall’età normanna fino al Settecento; alle ore 17:00 concerto di chiusura presso la Chiesa di Maria SS della Purificazione (Corso Calatafimi 217), fulcro dell’intera struttura che si sviluppa attorno all’Albergo dei poveri.

Alcune tappe saranno rappresentate da luoghi restaurati con i proventi del Gioco del Lotto, come disposto dalla legge 23 dicembre 1996, n.662; dal 1998 al 2013 sono stati infatti realizzati oltre 600 progetti di conservazione e tutela del patrimonio artistico nazionale, per un investimento totale di oltre 1 miliardo e 700 milioni di euro. Tra i beni restaurati che saranno toccati dagli itinerari: il Castello Normanno Svevo a Bari, il Complesso Monumentale di San Michele a Roma, l’Archivio di Stato – Campo dei Frari a Venezia, la Biblioteca Riccardiana a Firenze, il Castello Sforzesco a Milano, Castel dell’Ovo a Napoli, Palazzo Reale a Torino.

In occasione dell’edizione 2014 di FAIMARATHON sarà possibile partecipare al torneo di fotografia #scattidifelicità: per farlo bisognerà caricare entro lunedì 13 ottobre tramite l’App FAIMARATHON un’immagine che esprima la propria idea di felicità, condividerla con i propri contatti in rete e farla votare da più persone possibili. Le migliori foto, selezionate da una giuria qualificata tra le 100 più votate online, vinceranno fantastici premi, tra cui magnifici weekend in alcune città delle Ruote del Lotto.

Le iscrizioni all’iniziativa si potranno effettuare online sul sito www.faimarathon.it oppure prima della partenza presso i banchi FAI, direttamente domenica 12 ottobre alla partenza “Educandato Maria Adelaide” (Corso Calatafimi 86). A tutti i partecipanti verrà distribuito un kit che comprende uno zaino, una pettorina, l’itinerario della maratona, un biglietto d’ingresso omaggio in uno dei Beni della Fondazione e un adesivo a sostegno della campagna di raccolta fondi Ricordati di salvare l’Italia.

In occasione di FAIMARATHON speciali quote di iscrizione al FAI: domenica 12 ottobre in piazza e durante tutto il mese di ottobre online ci si potrà iscrivere al FAI con una quota agevolata, che prevede anche la partecipazione gratuita alla FAIMARATHON.

La quota di partecipazione per persona è di 4 Euro per chi si iscriverà online (10 euro – quota per chi si iscrive in piazza). I minori di 18 anni accompagnati dalla famiglia possono partecipare gratuitamente.

Per chi si iscrive al FAI (o rinnova la sua iscrizione) dal primo ottobre, la partecipazione alla FAIMARATHON è gratuita.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com