Politica

Anselmo: “Unico assessorato coordini risorse culturali in Sicilia”

Ottimizzare a costo zero le risorse culturali siciliane. E’ quanto si propone Alice Anselmo, deputata regionale di Articolo 4,  in un disegno di legge che ha l’intento di porre fine alla gestione strabica della cultura, resa tale da una legge del 2008 che affida il controllo dei beni culturali “tangibili” (musei, biblioteche, aree archeologiche) all’Assessore regionale ai Beni Culturali, mentre musica , teatro e cinema ricadono sotto la gestione del collega del Turismo.

“Va da sé che si determina una discrasia irrazionale nella promozione di un comparto, quello culturale, che saprebbe essere un traino per l’intera economia siciliana, con ricadute penalizzanti sul lavoro di migliaia di persone. – spiega Anselmo – La mia proposta è semplicemente quella di riportare musica, cinema e teatro sotto il controllo dell’Assessorato ai Beni culturali, così da garantire un’omogeneità di gestione.

Il passaggio non avrebbe costi aggiuntivi per la Regione, obbligata soltanto a trasferire funzioni, personale e risorse entro due mesi dall’approvazione della legge”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: