Primo PianoScuola e Università

Ancora discussioni sull’ambiguo settimo posto dell’Unipa secondo il Censis. Il Presidente dell’Ersu replica al Rettore.

Palermo, 25 luglio 2021. La classifica del Censis che vedrebbe alla quinta posizione l’Università di Palermo tra gli Atenei migliori, continua  a far discutere.

Dopo essere stata reputata una fake news da parte degli stessi studenti, anche il Presidente dell’ERSU di Palermo, Giuseppe Di Miceli, ha deciso di replicare alle affermazioni dell’attuale rettore Micari.

Quest’ultimo, facendosi forza del posizionamento favorevole del Censis, per redarguire l’ERSU (Ente regionale  per il diritto allo studio universitario) invitandolo ad attuare sforzi maggiori  per borse di studio, ristorazione e residenzialità per i fuorisede.

Si riporta integralmente la replica esplicativa del Presidente Di Miceli:

“Negli ultimi due anni l’Ersu di Palermo è passato da tre centri di ristorazione alla predisposizione di 12 luoghi di ristorazione universitaria (8 a Palermo e 4 distribuiti tra Agrigento, Caltanissetta e Trapani). Tali servizi sono rimasti operativi – seppure in modo ridotto – anche durante il lockdown e l’emergenza sanitaria. Nella mensa universitaria Santi Romano, oltre alla normale linea self -service, funziona anche la pizzeria e la steak house.

Nell’anno accademico in corso l’ERSU ha erogato il 100% di borse di studio agli studenti universitari di Unipa, della LUMSA di Palermo, delle accademie di belle arti e dei conservatori di musica della Sicilia occidentale. La borsa di studio ha visto il pagamento di assegni fino a 2.600 euro a più di 12mila studenti universitari risultati idonei.

L’Ersu ospita nelle proprie residenze universitarie circa 800 studenti fuorisede e, al 100% dei fuorisede non ospitati direttamente, ha distribuito – negli ultimi due anni accademici – un assegno (fino a 1.300 euro) quale contributo alloggiativo per l’affitto di posto letto sul libero mercato. Inoltre, l’Ente – negli ultimi 12 mesi – ha anche gestito ulteriori misure in favore degli studenti fuorisede finanziate da Ministero e Regione siciliana.

Avevamo invitato il magnifico rettore o un suo delegato alla Prima giornata del diritto allo studio in Sicilia, svoltasi il 14 luglio scorso, proprio per fare il punto e presentare i dati del report sul tema ma purtroppo UNIPA non ha preso parte all’incontro.

Auspichiamo che con l’elezione del nuovo rettore si possa finalmente dare una svolta nella direzione di un concreto miglioramento dei servizi offerti dall’Università agli studenti, aprendo una nuova stagione di maggiore collaborazione tra gli organi preposti che possa contribuire concretamente a restituire appeal all’istituzione universitaria palermitana.”

A pochi giorni dall’ elezione del nuovo Rettore dell’Università di Palermo, gli animi sembrano surriscaldarsi maggiormente. Portando probabilmente, alcuni avversari a scendere a giochi poco entusiasmanti, soprattutto per gli studenti, strumentalizzati per fini poco esemplari.

Della serie: che vinca il migliore ma soprattutto che vinca chi può fare meglio.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button