LavoroPrimo PianoSindacato

Amg Energia, Loddo (Ugl): Insufficiente la proroga del contratto di servizio

A seguito dell’assemblea svoltasi a Palermo in data 27 ottobre, i lavoratori Amg Energia hanno dato mandato di svolgere una assemblea di tutti i lavoratori presso Piazza Pretoria per giorno 3 Novembre per ribadire la contrarietà alla posizione assunta dall’Amministrazione Comunale di prorogare per 1 anno il contratto di servizio alla società.

“I lavoratori -spiega Raffaele Loddo Segretario Provinciale Ugl chimici Palermo – chiedono certezze di sviluppo dell’ azienda che non può intravedere con un 1 anno di proroga. Già i servizi sono scadenti a causa della mancanza di personale, della mancanza di risorse per soddisfare le esigenze di acquisto dei materiali necessari alle manutenzioni degli impianti di Illuminazione Pubblica, degli impianti delle scuole, degli impianti semaforici, degli impianti sportivi”.

“Strade al buio, impianti semaforici guasti, mancate manutenzioni – denuncia Loddo – offrono un servizio scadente alla Cittadinanza tutta. Non servono le lamentele dei Cittadini che chiedono più illuminazione a garanzia anche della sicurezza, la risposta da parte dell’Amministrazione Comunale è stata di assoluta insufficienza”.
“A cosa serve – aggiunge il sindacalista – creare gruppi di lavoro quando già l’azienda ha presentato proposte e studi di fattibilità e di rilancio in linea con i costi odierni.
Ci saremmo aspettati una presa di posizione più netta con una proroga del contratto di servizio di almeno 5 anni.
Avere partorito un atto di indirizzo che non da certezze sul rilancio dell’Azienda è nei fatti una scelta di disimpegno da parte della giunta e del Consiglio Comunale”.
“ Le posizioni assunte dalla Ragioneria generale che invita ad usare la gara Consip – rimarca Loddo – non tiene conto della storia, delle capacità, delle professionalità, della conoscenza e della progettazione interne alla Società Amg Energia.
Tanto è così che mentre alla Amg Energia si vieta di poter svolgere la propria funzione, gli uffici comunali affidano appalti di manutenzione di Illuminazione pubblica che non avrebbero priorità.
Ne è l’esempo l’appalto di sostituzione dell’impianto di illuminazione pubblica di Viale Regione Siciliana dove sarebbe bastato sostituire i soli corpi illuminanti per risparmiare denaro ed investire dove vi è la necessità, bastava chiederlo agli esperti della Societa Amg.
Oppure del rifacimento di impianti di illuminazione senza prevedere la sostituzione dei vecchi pali e poi si è chiesto all’Azienda di intervenire con aggravio di costi”.
“Di questo ed altro vogliamo parlare agli amministratori della Città – conclude Loddo – al Sindaco, al Presidente del Consiglio Comunale, ai Consiglieri tutti, nella giornata di Giovedi 3 Novembre”.

Filippo Virzì

Giornalista radio/televisivo freelance, esperto in comunicazione integrata multimediale.

Articoli Correlati

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com