CronacaPrimo Piano

Amat: in arrivo nuovi bus, ma rimangono i vecchi problemi

Prima l’amministrazione annuncia l’arrivo di 87 nuovi bus, che saranno acquistati con i fondi del Pon Metr che arriveranno ad ottobre.

Saranno bus a metano e 10 bus elettrici. Inoltre 50 paline “intelligenti” da posizionare presso le fermate bus dell’area Costa Sud e dei comuni di Villabate e Ficarazzi, e  che riporteranno le informazioni sui percorsi,  tempi di attesa e posizione dei bus. Prevista quindi l’istituzione di alcune linee che interesseranno il comune di Ficarazzi (su Villabate insiste già la linea 224).

Infine la realizzazione di 2 stazioni di ricarica conduttiva per bus elettrici presso il deposito Amat di Brancaccio e di n.1 stazione di ricarica induttiva per bus elettrici  presso il cosiddetto Nodo Smart, già individuato presso il parcheggio adiacente il terminal tram a Roccella.

Poi l’assessore comunale alla Mobilità, Giusto Catania,  annuncia per settembre l’acquisto di altri 19 mezzi.

Saranno sommati a quelli di ottobre? Questo non si sa. Sono noti, però, i disagi di chi ogni giorno è costretto a muoversi con i trasporti pubblici: lunghe attese sotto il sole o la pioggia, percorsi preferenziali e linee che vengono soppresse.

Per non parlare delle carreggiate ristrette, grazia, ai cantieri per il Tram.

Intanto, l’amministrazione, decanta ogni giorno i miglioramenti che si stanno effettuando per quanto riguarda la fluidità del traffico e la mobilità in città. Si fa appello a lasciare a casa le auto e ad utilizzare i mezzi pubblici, ad abbonarsi al car sharing , utilizzare le biciclette sulle piste ( inagibili e dissestate).

Ma l’azienda di trasporti, dal canto suo, rispondendo alle pressanti lamentele dei passeggeri, si difende dicendo che i fondi stanno per finire, e i finanziamenti sono stati ridotti.

Ed è solo di qualche giorno fa la nota del consigliere comunale Figuccia:“L’attuale situazione delle aziende partecipate del Comune è particolarmente critica, soprattutto per la salvaguardia dei posti di lavoro, ecco perché è facile prevedere un autunno particolarmente caldo”.

Però, tra avvertimenti e lamentele, nessuno trova una soluzione.

 

 

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: