Scuola e Università

All’Università di Palermo il convegno internazionale “Frontiere, sentimenti e lingua”

Frontiere, sentimenti e lingua

Si terrà a Palermo, dal 19 al 21 dicembre 2012, il Convegno internazionale “Frontiere, sentimenti e lingua” organizzato dal Dipartimento di Scienze filologiche e linguistiche dell’Università di Palermo, dall’Università di Girona, dall’Istituto Ramon Llull e dall’Università Federico II di Napoli.

Le tre giornate di studio vedranno la partecipazione di studiosi che si confronteranno sul tema della rappresentazione dell’identità nelle pratiche linguistiche dei parlanti e del rapporto fra l’identità e un concetto con cui la geografia linguistica italiana si è da sempre confrontata, a partire dalle intuizioni di Benvenuto Terracini: il cosiddetto “sentimento linguistico del parlante”.
Il tema sarà affrontato da diverse prospettive: quella della linguistica percettiva, quella della sociolinguistica urbana, quella della didattica delle lingue.

Il Convegno, che si svolgerà presso il Polididattico, si aprirà con i saluti del Prof. Giovanni Ruffino, Presidente del Centro di studi filologici e linguistici siciliani, e di Laura Auteri, Direttore del Dipartimento di Scienze filologiche e linguistiche dell’Università di Palermo. Parteciperanno importanti nomi sia italiani che provenienti dall’estero come Mari D’Agostino, Giuseppe Paternostro, Vincenzo Pinello, Luisa Amenta e Chiara Amoruso per l’Università di Palermo, Narcis Iglésias, Francesc Feliu, Olga Fullana, Pilar Monreal, Santiago Perera, Gemma Albiol, Natalia Carbonell, Olga Fullana, Mercè Mitjavila per l’Università di Girona e Emma Milano, Margherita Di Salvo, Rosanna Sornicola, Claudia Tarallo e Patricia Bianchi per l’Università di Napoli.

Il Convegno è valido come attività laboratoriale di tipologia F nei corsi di laurea della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Palermo e dà diritto al riconoscimento di 3 CFU.


Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button