Arte e CulturaPrimo Piano

All’Arsenale si parla di sport nautici e archeologia marina

In occasione dell’edizione 2014 del premio Fair Play, il riconoscimento che il Panathlon International Club di Palermo assegna agli sportivi della provincia di Palermo che si sono distinti per carriera, attività e per il gesto, si terrà oggi martedì 3 marzo 2015 alle ore 18.30 presso l’Arsenale della Marina Regia in Via dell’Arsenale, 144 a Palermo, in collaborazione con la Soprintendenza del Mare un convegno dal titolo “Sport nautici e archeologia marina. Un mare di energia al servizio delle attività turistiche e culturali”.

Si inizia con una visita guidata dell’Arsenale della Marina Regia e dopo la presentazione di Alessandra De Caro, della Soprintendenza del Mare e di Gabriele Guccione, Presidente del Panathlon Palermo, faranno seguito gli interventi di Sebastiano Tusa, Soprintendente del Mare, Giuseppe Abbagnale, Presidente della Federazione Italiana Canottaggio e Francesco Bruni, Skipper di Luna Rossa. Alle ore 20 è prevista la premiazione. Il Premio Fair Play è stato assegnato a Giovanni Ciprì mentre a Beppe Iachini il Premio alla carriera e al Club Canottieri Ruggero di Lauria il Premio per l’attività sportiva.

Dichiarazione di Sebastiano Tusa, Soprintendente del Mare: Eccezionale connubio sport e ricerca tra la soprintendenza del mare e l’associazione Panathlon. Le origini della moderna archeologia subacquea sono fortemente collegate con la subacquea sportiva. Basti pensare ad alcuni pionieri come Claudio Ripa, Raimondo Bucher, Enzo Maiorca e tanti altri atleti che hanno dato un considerevole contributo alla prima esplorazione archeologica degli abissi marini. Rinsaldare tali legami attraverso la prestigiosa manifestazione di Panathlon che abbiamo il piacere di ospitare e co-organizzare presso l’Arsenale della Regia Marina di Palermo costituisce un’ottima occasione per riprendere un percorso di collaborazione che sarà certamente fruttuoso per il mondo dello sport e per la valorizzazione del patrimonio culturale subacqueo sulla base di una comune sensibilità etica basata sulla solidarietà e sana competizione.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button