CronacaPrimo Piano

Allarme attentato per il pm Di Matteo. “Pronto l’esplosivo”

Massima allerta per il sostituto procuratore Nino Di Matteo, pm dei processi Mori e sulla trattativa Stato-mafia. Un confidente della polizia ha rivelato che sarebbero pronti esplosivo e telecomando per organizzare un attentato mortale ai danni del magistrato.

A Di Matteo è stata subito rafforzata la scorta, a cui sono stati aggiunti tre carabinieri del Gis, il Gruppo intervento speciale. E ancora tre auto blindate e una quarta a fare da staffetta, e poi la vigilanza fissa davanti casa.

Il confidente sarebbe una persona legata al traffico di droga e di armi ed è ritenuto attendibile. A Palermo sarebbero già arrivati almeno quindici chili di esplosivo, da tempo a disposizione di Cosa nostra che sarebbe intenzionata a intervenire al più presto. L’Agi riferisce che un summit di capimafia, avrebbe mobilitato il clan di Brancaccio. Una nuova pagina inquietante, dunque, della serie di intimidazioni e segnali che hanno avuto come destinatario Di Matteo, ma anche altri colleghi, non ultimo il pm Roberto Tartaglia la cui casa di recente è stata oggetto di una strana intrusione.

Siamo vicini a Nino Di Matteo e lo siamo non solo per dovere istituzionale e con gli atti dell’Amministrazione comunale che si è costituita Parte Civile nel Processo per la trattativa fra Stato e mafia. Siamo vicini a Nino Di Matteo anche e soprattutto per il dovere morale di essere accanto a quel pezzo dello Stato che a gran voce, con coraggio e professionalità sta facendo di tutto per dire “Basta” a quella parte dello Stato che ha avuto e mai più dovrà tornare ad avere il volto della mafia.” Lo dichiara il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com