Cinema-Teatro-MusicaPrimo Piano

Al Teatro Massimo va in scena la Tosca

Tosca al Teatro Massimo. Continuano le repliche del grande Melodramma Tosca di G.Puccini che ebbe la prima  rappresentazione a Palermo nel 1901.

Rispettati tutti i canoni dell a messa in scena sapientemente affidata alla scenografia del palermitano Francesco Zito per la regia di Mario Pontiggia. In Collaborazione con il Maggio Musicale Fiorentino che ha curato la realizzazione dell’opera rileviamo la decisa tenuta dell’orchestra sotto la direzione di Daniel Oren che con i suoi rallentati e  scatti d’improvvise accelerazioni partecipa fortemente  e incide nel susseguirsi delle varie arie, emozionando il pubblico visibilmente commosso.

I tre atti dell’opera hanno tre momenti scenici nella Roma papalina e quindi tre luoghi simbolo: La Chiesa di S.Maria della Valle, Gli interni di Palazzo Farnese (residenza del governatore Scarpia) e gli Spalti di Castel S.Angelo dove si maturerà la tragedia di Tosca e Mario Cavaradossi. Ribadiamo che l’attenzione ai particolari scenici evidenziano lo sfarzo e  l’incombente potere della cupola  di S.Pietro.

Ottima la prestazione del soprano Hui He per gli efficaci legati, l’attacco modulato e il fraseggio che esprime con alta competenza e decisa capacità interpretativa. Meno sicuro il tenore  Stefano Secco che ci appare  leggermente incapace di osare oltre misura. La disinvoltura del Soprano nell’aria Vissi d’arte e il Lucean le stelle interpretata dal Cavaradossi hanno determinato insieme  al  M° Oren la bellissima riuscita del  Melodramma come voluto da Puccini.

Repliche fino  al 26 Novembre.

Francesco Paolo Santoro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button