CronacaPrimo Piano

AL PORTO DI PALERMO BECCATO UN TUNISINO TROVATO IN POSSESSO DI BICI PROFESSIONALI DI ILLECITA PROVENIENZA

PALERMO: CONTROLLI DELLA POLIZIA DI STATO AL PORTO DI PALERMO.

DENUNCIATO UN CITTADINO TUNISINO  PERCHE’ TROVATO IN POSSESSO DI TRE BICI PROFESSIONALI DI ILLECITA PROVENIENZA.

 

La Polizia di Stato, nell’ambito delle consuete operazioni di controllo sui passeggeri ed i veicoli in arrivo o in partenza  per Tunisi, ha denunciato in stato di libertà un cittadino tunisino, M.Y., per l’incauto acquisto di tre biciclette trovate nella sua disponibilità.

Gli Agenti della Polizia di Stato in servizio presso I’Ufficio di Polizia di Frontiera Marittima, nel corso dei mirati controlli di frontiera sulla movimentazione dei viaggiatori e dei relativi mezzi in partenza per la Tunisia, notavano sul porta bagagli del tetto di una BMW tre biciclette di cui l’autista non riusciva a dare spiegazioni circa la loro provenienza.

Riferiva piuttosto, esplicitamente, di averle acquistate da uno sconosciuto presso il noto mercato rionale “Ballaro” per Ia somma di 360 euro.

In considerazione di ciò e dopo contestuali accertamenti di P.G. effettuati anche su gruppi  social di ciclismo amatoriale/dilettantistico nonché con  l’ausilio della banca dati in uso alle forze di polizia, gli agenti riscontravano che tali bici di tipo professionale e di un valore commerciale complessivo di circa 20.000,00 risultavano oggetto di furto.

Le biciclette saranno restituite al legittimo proprietario, già individuato dai poliziotti.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button