Prendo quotaPrimo Piano

Al “Falcone-Borsellino” di Palermo riprende il corso Paura di Volare? No Problem!

Dopo due anni di stop a causa dell’emergenza Coronavirus, riprendono le sedute del percorso psicoterapeutico “Paura di Volare? No Problem!”. Il progetto dell’Asp di Palermo è finalizzato a superare la fobia del volo ed è frutto di un accordo con Enav, la società che gestisce il traffico aereo civile in Italia, Gesap, società di gestione dell’aeroporto Falcone e Borsellino, la DAT compagnia aerea danese ed il Comune di Palermo. Il corso, curato dall’ambulatorio per i disturbi psicosomatici dell’unità di psicologia dell’Asp, ha accolto (prima della sospensione) più di 2.000 adesioni: la stragrande maggioranza (il 98,7% dei pazienti) ha poi utilizzato l’aereo.

Una corsista con un’assistente di volo Foto Fabio Gigante

“Il progetto – sottolinea il direttore generale dell’Asp Daniela Faraoni – ha un emblematico valore sociale e costituisce un pratico e reale segnale di ripartenza in un particolare e delicato momento storico. Oltre all’aspetto squisitamente psicologico, l’iniziativa si propone di supportare anche la ripresa del turismo e, di conseguenza, dell’economia“. “Paura di Volare? No Problem!”, costituisce, ancora oggi, un modello di intervento psicoterapeutico unico nel servizio sanitario pubblico. Per aderire è necessario il pagamento di un ticket (dell’ammontare di circa 100 euro) che garantisce la partecipazione a 10 sedute di gruppo sul modello cognitivo comportamentale.

La Dr.ssa Miti Triscari responsabile scientifico del progetto Foto Fabio Gigante

La fobia è una paura persistente, pervasiva e irragionevole verso uno specifico oggetto o situazione, in questo caso dell’aereo e del volo – spiega la psicoterapeuta dell’Asp Palermo Maria Teresa Triscari, responsabile scientifico del progetto – la paura di volare è l’espressione tangibile del bisogno di esercitare e detenere il controllo, la paura pervasiva di perdere la vita e altro ancora. E’ semplice intuire come tutti questi elementi possano essere stati amplificati o innescati a seguito dell’emergenza pandemica, durante la quale il pervasivo sentimento di mancanza di controllo, le misure costrittive adottate e la paura della morte hanno costituito il nucleo centrale del sentire per un tempo prolungato”.

ATR 42 DAT Foto AirlineGeeks-João Machado

Durante il percorso è programmato anche un incontro con l’equipaggio della compagnia aerea DAT e una visita guidata, coordinata dall’Enav, alla torre di controllo dell’aeroporto di Palermo. Previsti momenti di incontro con il personale di volo e simulazioni di decollo che culminano con il “battesimo dell’aria”: un volo gratuito su aeromobili DAT con rientro in giornata.

Fabio Gigante

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button