Spazio Libero

Acep: “Fermiamo le elezioni Siae”

Foto internet

Pubblichiamo integralmente la lettera aperta delle associazioni Acep, Arci e Audiocoop indirizzata a Gianluigi Rondi, Commissario Straordinario SIAE – Società italiana autori ed editori.

Caro Maestro,
siamo convinti di non dover spiegare a Lei l’importanza dell’arte e della cultura né la centralità che esse hanno nella vita del Paese e, in modo particolare, in quella di chi come noi – artisti, musicisti, autori, cantautori ed editori – ha scelto per passione e con convinzione di dedicare la propria vita e tutte le proprie energie a produrne e diffonderne.

E’ proprio tale convinzione che ci ha fatto apparire inverosimile che Lei abbia apposto la Sua firma in calce ad uno Statuto della SIAE che ne ridisegna radicalmente volto e missione, consegnando una Società che abbiamo sempre sentito nostra – e di ogni altro autore ed editore italiano in eguale misura – nelle mani di un manipolo di soggetti che hanno l’unico merito – se così può definirsi – di aver, sin qui, guadagnato tanto di più rispetto a tutti noi.

Aver scelto di privare la SIAE del proprio ordinamento democratico ed averlo voluto sostituire con un’autentica plutocrazia è, a nostro avviso, incompatibile con quella che, siamo convinti, essere anche la Sua idea di arte e cultura: un patrimonio comune dell’umanità insuscettibile di essere misurata solo a peso d’oro.

Non vogliamo e non possiamo credere che Lei sia davvero convinto che il contributo di un autore o un editore al mondo della cultura si esaurisca in quanto esso è in grado – o non è in grado per dinamiche spesso completamente estranee al suo controllo – di guadagnare.

Sono queste le considerazioni che, come saprà, hanno indotto molti noi, nei giorni scorsi, a rivolgersi ai Giudici del Tribunale amministrativo del Lazio per chiedere loro che dichiarino l’illegittimità del nuovo Statuto della SIAE da Lei firmato.

E’ una scelta che, a tutti noi, è costata un importante sacrificio in termini di principi ed ideali perché ci siamo sentiti quasi costretti a trascinare in giudizio una Società che sentiamo anche nostra e che vorremmo continuasse ad appartenere al futuro nostro e dei nostri figli.
Lo abbiamo fatto solo dopo aver, invano, tentato ogni altra strada senza successo e, talvolta, senza neppure essere ascoltati.

Ora, però, tanti nostri sacrifici e molte nostre convinzioni – che ci piace credere ancora Lei condivida – rischiano di essere travolti e vanificati.
E’ quanto accadrà se, prima che i Giudici si pronuncino, si procederà – in forza delle nuove regole – all’elezione del Consiglio di sorveglianza della nuova SIAE, quella dei pochi autori ed editori più ricchi degli altri.
Non sappiamo se e quanto le Sue idee e la Sua voce abbiano pesato nel varo del nuovo Statuto ma, almeno questa volta, siamo convinti che Lei possa fare la differenza.

Le chiediamo solo di differire l’assemblea per l’elezione dei membri del Consiglio di Sorveglianza a quando la giustizia avrà fatto il suo corso ed accertato se il nuovo Statuto consente, comunque, a ciascuno di noi – ed agli altri autori ed editori che verranno – di sentire come anche loro la Società italiana autori ed editori.

Le anticipiamo sin d’ora che, una volta che i Giudici avranno – in maniera definitiva – deciso, noi ci adegueremo a tale decisione che sia quella da noi auspicata nell’interesse di tutti o che sia, invece, quella opposta. Sino ad allora, tuttavia, siamo convinti che chiedere ad oltre novantamila autori ed editori italiani di esprimere un voto nella consapevolezza che il suo peso in assemblea sarà vanificato da quello di una dozzina di altri autori ed editori più ricchi e danarosi, rappresenterebbe una gravissima offesa all’arte ed alla cultura nelle quali tutti noi ci riconosciamo ed in nome delle quali vogliamo continuare a vivere e lavorare.

Certi che accoglierà questa nostra richiesta, Le inviamo i nostri più cordiali saluti.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: