Economia & LavoroPrimo Piano

Accordo tra Agenzia delle Entrate e Inps per contrastare evasione fiscale

Più collaborazione per rafforzare il contrasto all’evasione degli obblighi fiscali e contributivi. Questo l’obiettivo del protocollo d’intesa stipulato tra le Direzioni regionali dell’Agenzia delle Entrate e dell’Inps.

L’accordo, firmato dai rispettivi Direttori regionali, Antonino Gentile e Maria Sandra Petrotta, prevede non solo un costante e reciproco scambio di dati e informazioni, ma, soprattutto, controlli congiunti svolti da nuclei composti da funzionari di entrambe le strutture che in maniera capillare e coordinata presidieranno l’intero territorio siciliano.

L’intesa sancisce, inoltre, una fattiva collaborazione nell’attività di contrasto del fenomeno fraudolento dell’indebita compensazione tra debiti contributivi e crediti erariali inesistenti.

 

Per garantire una corretta applicazione e interpretazione della normativa tributaria sarà istituito un tavolo tecnico di confronto regionale con il compito di esaminare e approfondire gli eventuali interventi normativi nelle materie di interesse.

“Una delle leve fondamentali per un salto di qualità nella Pubblica Amministrazione è la collaborazione fra istituzioni – afferma il direttore regionale, Antonino Gentile. Bisogna agire non in una logica del proprio, ma del comune interesse collettivo. Fare rete significa condividere le informazioni contenute nelle banche dati, operare congiuntamente nell’attività ispettiva, utilizzare al meglio le risorse ed eliminare gli sprechi. Il protocollo siglato oggi rappresenta un importante tassello per una collaborazione sempre più ampia tra le due amministrazioni. Nello specifico, potenzierà la capacità d’indagine di entrambe le parti, migliorando l’efficacia dell’attività di contrasto all’evasione fiscale e contributiva”.

“La sottoscrizione del protocollo di intesa tra la Direzione regionale dell’Agenzia delle Entrate e la Direzione regionale INPS scaturisce da una consolidata esperienza di condivisione delle rispettive banche dati –  dichiara Maria Sandra Petrotta, direttore regionale dell’Inps – Si  tratta di un’intesa finalizzata ad evitare fastidiosi accessi ispettivi nei confronti delle aziende sostanzialmente virtuose, individuando preventivamente i soggetti ad alto rischio di evasione fiscale e/o contributiva sui quali concentrare le attività di vigilanza.

Tale obiettivo sarà perseguito attraverso un’accurata attività di analisi preventiva e di intelligence a cura dei funzionari ispettivi di entrambi gli Enti, orientata al contrasto del fenomeno delle compensazioni indebite a danno sia dell’INPS che dell’Agenzia delle Entrate e, in definitiva, del Sistema Paese”

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: