Primo PianoSport

Palermo, Zamparini spiazza tutti: “Guillerme Barros Schelotto sarà il nuovo allenatore. Per questa settimana squadra affidata a Viviani”

Zamparini

Il Presidente del Palermo, Maurizio Zamparini è intervenuto in conferenza stampa allo stadio Renzo Barbera, a sorpresa ha annunciato il nuovo allenatore. Si tratta di Guillerme Barros Schelotto, allenatore argentino. A Genova ci sarà Viviani con Bosi

“Ho passato una notte in bianco per trovare la soluzione migliore per la squadra. La vittoria di ieri è stato anche merito della fortuna che per una volta ci ha assistito. Un mese fa era venuto a trovarmi un allenatore argentino con il quale avevamo raggiunto un accordo per giugno. Visto la situazione l’ho chiamato ieri questo allenatore e mi ha dato disponibilità già da subito. Si tratta di Guillermo Barros Schelotto. Ho chiamato anche Vazquez e Sorrentino i quali erano d’accordo. Ha conquistato tanti trofei in argentina. Firmerà con noi per tre anni, già stiamo lavorando per il futuro. Ho anticipato di sei mesi quello che dovevo fare a giugno.  Domenica sarà in tribuna e credo che dalla partita con l’Udinese potrà essere in panchina insieme a Viviani”. Scelta rischiosa? “Non credo sia un rischio, anzi. Viviani e Schelotto collaboreranno insieme fino al termine della stagione. Viviani lo conosco bene e mi fido. Ballardini? “Si è autoesonerato, non perché non sa allenare, ma per come si è comportato nei confronti della squadra. Iachini? Sono stato io a non volerlo. Non ha imposto nessun acquisto. Si era montato la testa”. Mercato “Balogh sarà la mia nuova stella. l’ho pagato 5 milioni ma ne vale la pena. Stiamo prendendo un sostituto di Lazaar e altri due centrocampisti. L’unico errore di Ballardini è stato mettere quattro giocatori fuori rosa, mi è dispiaciuto per Rigoni che mi ha pregato di andare via. Abbiamo bloccato Cionek del Modena e spero di chiudere in settimana Augustinsson”. La disinformazione in Italia: “L’Italia manca di cultura dello sport, ne ho avuto la conferma guardando il pubblico di Firenze fischiare la sua squadra, ai vertici della classifica dopo aver perso contro la Lazio. Sento troppe ca****e sui bilanci del Palermo. Quando volete vi porto nell’amministrazione della società e vedrete con i vostri occhi quanto ho investito per il Palermo Informatevi bene prima di scrivere. La mia politica la conoscete, puntare sui giovani talenti per farli crescere e valorizzarli. Noi i giocatori esperti li abbiamo. Vedete l’Empoli è la una delle squadre più giovani del campionato e lotta per un posto in Europa. Il portiere è un ruolo che parte dai 30 anni il centrocampista no. A me serve un Rigoni che corra.  Si comincia a diventare giocatore dai 23 anni e non a 30. Nel calcio italiano si guarda di più a quanto vinci o a quanto perdi”.

Il contratto di Iachini: “Non so cosa faremo con Iachini, vedremo di trovare una soluzione che vada bene a entrambi. Penso che lui abbia perso le dimensioni quando ha cominciato a pensare di essere artefice del bene del Palermo. La mia squadra ha dato sempre il 100% sia con Ballardini sia con Iachini, tranne contro l’Alessandria” Rinnovo Sorrentino: “L’offerta fatta a Sorrentino è congrua rispetto ai bilanci del Palermo. Lui ovviamente fa i suoi interessi e quelli della famiglia. Ho preso un giovane promettente portiere dalla Croazia, vorrei che Sorrentino gli facesse da padre per due anni”.

Gerolin? “Gerolin ha fatto e sta facendo un ottimo lavoro. Vedremo a fine anno cosa succederà. Con Guidolin ho parlato a inizio anno, in futuro lo vorrei come dirigente in società. Non riesco a fare tutto quindi ho bisogno di qualcuno di livello che mi affianchi nella gestione. Avevo chiesto a Trapattoni di fare da Presidente, ma lui vuole continuare a allenare. Ha delle offerte da squadre straniere”. Sorrentino Ballardini? “Sono cose che succedono. Sono andato venerdì a trovare la squadra, Ballardini mi aveva detto che non sapeva se fare giocare Sorrentino io gli risposi che già avevamo tanti problemi e di evitare. Nel colloquio avuto con i due portieri si sono accesi gli animi e sono volate parole grosse. Hanno sbagliato entrambi. Il team manager Cracolici mi ha avvisato dell’accaduto e  ho chiamato immediatamente Gerolin dicendogli che se non avesse giocato Sorrentino sia lui che Ballardini potevano restare a casa. Ballardini era sotto stress già dalla partita col Frosinone. Io però lo giustifico e lo comprendo. Prima di giudicare una persona indossate le sue scarpe per una settimana e fate quello che fa lui” ha concluso il patron rosa.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: