Arte e CulturaPrimo Piano

397° Festino di Santa Rosalia: Il messaggio dell’Arcivescovo Mons. Lorefice

MESSAGGIO PER IL 397° FESTINO DI SANTA ROSALIA

10 – 15 LUGLIO 2021

Questi giorni di Festa che noi palermitani dedichiamo a Santa Rosalia nel corso dei secoli ci ricordano che la sua storia non può non essersi legata a tante diverse e molteplici storie, a tanti diversi e molteplici destini che sono andati intrecciandosi, incarnandosi nel corpo della nostra Città ‘Tutto-porto’, inscrivendosi insieme nel suo patrimonio genetico e nella memoria che oggi è di tutti.

Quello di Rosalia è l’esempio umanissimo di una donna che, da sola, ha avuto il coraggio di compiere la scelta di sentirsi una creatura, una piccola parte del Creato, grata e vigile, accogliente e premurosa verso le altre creature. Unita nella lode del suo Creatore. Ognuno di noi custodisce nella propria carne questa stessa chiamata. Facciamola oggi, facciamola assieme in questo Festino che deve essere vissuto in pienezza nonostante la sfida che continua a mettere alla prova la nostra Città e l’umanità intera, la sfida della pandemia, a cui siamo chiamati a reagire tenendo conto delle risorse e anche dei rischi attuali, assumendo gli interrogativi che questo tempo suscita nei cuori di tutti gli uomini e di tutte le donne.

Perché le domande – come sempre – ci uniscono, ci riconducono alla nostra condizione di fratelli e sorelle che non hanno risposte precostituite, ma che si sentono accomunati dalla fatica del cercare e del condividere. Con il cuore e con gli occhi siamo aperti a comprendere il senso e il compito che questo tempo già difficile rappresenta, con le conseguenze che porterà e che rimangono non ancora prevedibili.

Ma siamo fratelli e sorelle anche nella fiducia, nell’istinto di solidarietà, nella tensione alla generosità, nell’altruismo, nell’abnegazione, nella cura. Oggi più che mai tocchiamo con mano cosa vuol dire ritrovarci dentro un destino comune.

Rosalia quest’anno sarà ancor più con noi, ci farà alzare lo sguardo verso l’alto da dove ci visiterà assumendo ancora il nostro dramma pandemico e sociale ma riconsegnandoci un forte e inderogabile messaggio di solidarietà e di speranza. Giorno 15 luglio pomeriggio, prima della Solenne Celebrazione Eucaristica, un elicottero messo lodevolmente a disposizione dall’EI, sorvolerà la nostra Città con un artistico Reliquiario della nostra Santuzza accompagnato dall’Arcivescovo.

+Corrado Lorefice
Arcivescovo Metropolita di Palermo

Il programma 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button