Cronaca

36 gr di marijuana sul sedile posteriore della sua auto, arrestato

Foto internet

La scorsa notte, una Fiat Grande Punto percorreva ad alta velocità la strada consortile ASI che scorre parallelamente all’autostrada A/19 PA-CT, nella zona industriale di Termini Imerese. All’altezza dell’ex stabilimento Fiat, sorpassa con una manovra azzardata la gazzella dei Carabinieri di Termini Imerese, impegnata in un servizio di perlustrazione del territorio. Il comportamento del conducente non poteva però passare inosservato e pertanto i Carabinieri si ponevano al suo inseguimento costringendolo ad arrestare la marcia.

Non appena i militari si avvicinavano al conducente della predetta autovettura si accorgevano che lo stesso era in evidente stato di alterazione psicofisica e pertanto decidevano di sottoporlo a perquisizione personale ed estendere la stessa anche al mezzo che conduceva.

Ai militari è stato sufficiente dare un’occhiata sul sedile posteriore della predetta auto per scoprire la presenza di quattro distinte confezioni di sostanza stupefacente del tipo marijuana, per un peso complessivo di circa 35 grammi. Sostanza che P. d. riferiva essere per uso personale, circostanza quest’ultima sostenibile anche in ragione dello stato di alterazione psicofisica in cui versava, sebbene successivamente rifiutava di sottoporsi agli accertamenti sanitari finalizzati proprio ad accertare tale stato e veniva rinvenuta nella sua disponibilità la somma in contanti di euro 597,00, che attese le condizioni, veniva considerata presunto provento dell’attività di spaccio.

La perquisizione veniva estesa successivamente anche all’abitazione di P. d., dove venivano rinvenute due piantine di cannabis indica dell’altezza di cm.25 circa.

P. d. nato a Termini Imerese, classe 1980, ivi residente, veniva tratto in arresto per la violazione del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e atteso il suo stato psicofisico ed il rifiuto di sottoporsi agli accertamenti sanitari gli veniva contestata anche la guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti e pertanto gli veniva ritirata la patente.

La sostanza stupefacente verrà trasmessa al L.A.S.S. di Palermo per gli accertamenti. L’arrestato, espletate le formalità di rito, veniva condotto presso il proprio domicilio in attesa del giudizio con rito per direttissima disposto dall’Autorità Giudiziaria, tenutosi nel primo pomeriggio di ieri presso il Tribunale di Termini Imerese.

Il giudice convalidava l’arresto e condannava P. d. alla pena di 4 mesi e 20 giorni con pena sospesa.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button