CronacaPrimo PianoSport

120 anni di Palermo calcio: emesso un francobollo per l’anniversario della fondazione

L’artista Francesco De Grandi firma il disegno. Disponibili anche una serie di prodotti filatelici da collezione a tiratura limitata

Un francobollo a tiratura limitata, per celebrare i 120 anni del Palermo. È la speciale iniziativa che la società rosanero ha voluto realizzare, grazie alla collaborazione con il Ministero dello Sviluppo Economico, l’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato e con Poste Italiane, il primo novembre, nel giorno dell’anniversario dalla fondazione.

Il francobollo ordinario, appartenente alla serie tematica “lo Sport”, racchiude in pochi centimetri gli elementi iconici della storia rosanero, elegantemente rappresentati nel disegno realizzato apposta per l’occasione dall’artista Francesco De Grandi, figlio dell’indimenticato giocatore e storico allenatore del Palermo Ninetto. Protagonisti del disegno, dunque, lo stadio Renzo Barbera, l’aquila e i giocatori: due sagome danzanti che evocano le incisioni rupestri delle grotte palermitane dell’Addaura, per suggerire ciò che di più arcaico c’è nell’idea dell’agonismo e della celebrazione della bellezza del corpo che compie il gesto atletico.

“Sono partito dallo stadio, il “nido delle Aquile”, un ellisse che tiene assieme le parti del disegno raccogliendo la città attorno alla sua squadra. Nel disegnare i giocatori, ho percorso con la memoria le immagini delle glorie del Palermo, giocatori che hanno segnato la storia e l’immaginario collettivo della squadra di ieri e di oggi. Tra i due giocatori e il pallone svetta un Aquila, alta e fiera. Uno spirito guida che veglia sullo stadio e sulla città”. È stato un grande onore per me disegnare il francobollo per il Palermo, squadra a cui sono legato da tutta la vita e che ha segnato la storia della mia famiglia regalandole gioie, dolori, successi e grandi emozioni”, ha detto Francesco De Grandi.

Insieme al francobollo, sono stati realizzati anche una serie di prodotti filatelici da collezione che sono già destinati a diventare vere e proprie rarità per tifosi e appassionati di filatelia. Tutti i prodotti, a tiratura limitata, sono raccolti in uno speciale Folder, in formato A4 a 3 ante, contenente una cartolina affrancata e obliterata, un francobollo, una tessera filatelica, una busta personalizzata, affrancata e obliterata, e una quartina di francobolli. Disponibile anche il prestigioso bollettino illustrativo con la descrizione dettagliata del francobollo e un testo celebrativo firmato dal presidente del Palermo Dario Mirri. Tutti questi prodotti possono essere acquistati, fino a esaurimento disponibilità, presso gli uffici postali con sportello filatelico e gli spazi filatelia di tutta Italia (info su filatelia.poste.it), ma anche online nella stessa sezione filatelia del sito di Poste Italiane.

La mattina di domenica 1 novembre, lo sportello filatelico dell’ufficio postale Palermo Ausonia in Via Ausonia apre eccezionalmente proprio per l’annullo primo giorno emissione del francobollo. Nell’occasione, è possibile far annullare il francobollo con lo speciale “timbro primo giorno” che rende ancora più prestigioso la carta valore postale.

 

Francesco De Grandi

Francesco De Grandi è nato a Palermo nel 1968; dopo gli studi presso l’Accademia di Belle Arti della sua città, nel 1994 si trasferisce a Milano, dove vi resterà fino al 2008. Dal 2009 al 2012 lavora a Shanghai, poi decide di tornare a Palermo dove trova un luogo più adatto per continuare la sua ricerca. Dal 1994 a oggi partecipa a mostre collettive e personali in spazi pubblici, musei e gallerie private in Italia e all’estero. Dal 2017 è docente di pittura e dal 2020 di Anatomia Artistica all’Accademia di Belle Arti di Palermo.

Narrativa, figurativa, romantica, evocativa, la pittura di De Grandi giunge a una maturità subito leggibile nella qualità del colore, del segno, della rivisitazione iconografica. Una pittura che fa i conti con la tradizione, mentre una vibrazione contemporanea la attraversa, col gusto sottile della mescolanza, del ribaltamento e dell’ambiguo, un omaggio all’immensa platea umana che ogni giorno, dal racconto mitologico fino alla cruda cronaca attuale, abita il palcoscenico del mondo.

Filippo Virzì

Giornalista radio/televisivo freelance, esperto in comunicazione integrata multimediale.

Related Articles

3 Commenti

  1. Avatar Siggnorine Berlusconisti mafiose..in 500 bianca 4 per 4...camionisti e mafia in passeggio e ingiuria..industria passeggio e scappo... ha detto:

    Dante testimone…petronilli e mafia…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com