Primo Piano

Ztl, Angelo Figuccia:”Il Consiglio Comunale sta cercando di salvare la faccia dopo esssersi piegato al volere di Orlando”

Angelo-Figuccia-300x200

Anche questa settimana continua a tenere banco la situazione della Ztl. Ieri è stato confermato il ricorso al Tar da parte dei cittadini residenti, commercianti e associazioni. Angelo Figuccia, consigliere comunale di Forza Italia accusa il Consiglio Comunale: “Dopo essersi piegato ai voleri del sindaco Orlando e della sua Giunta dando l’assenso all’istituzione delle ZTL, adesso il Consiglio Comunale cerca di salvare la faccia. Ma ormai è troppo tardi, l’unica soluzione contro le ZTL è il referendum dei cittadini palermitani”. Alla vigilia dello scorso Natale, diversi miei colleghi consiglieri, rimanendo in Aula e mantenendo così il numero legale, permisero che si votasse la delibera presentata dalla Giunta con la quale venivano istituite le ZTL, un clamoroso autogol che io, abbandonando i lavori del consiglio in segno di protesta, denunciai già allora ma che nessuno ascoltò. Anzi, qualche ora dopo furono tutti in coda a farsi i selfie con Orlando e qualche giorno dopo pure con Crocetta e il ministro Delrio nel giorno dell’inaugurazione del tram, mentre io e un manipolo di cittadini protestavamo davanti la stazione Notarbartolo contro le ZTL.

Adesso, tutti i consiglieri che allora dissero sì o favorirono con la loro scelta di restare in Aula l’approvazione della delibera, sembrano esserselo dimenticato e gridano “al lupo al lupo”. Ma, i palermitani hanno la memoria lunga e sicuramente si ricordano di quel voto, che di fatto sancì l’autodelegittimazione dello stesso Consiglio.

Se vogliamo davvero impedire che le ZTL diventino realtà, dobbiamo fare in modo che i palermitani possano al più presto esprimere la propria idea attraverso il referendum, che sicuramente vedrà la massiccia partecipazione dei cittadini e la conseguente vittoria del no a quest’ennesima tassa che rischia di provocare ulteriori gravissimi danni all’economia palermitana. Insomma, come avrebbe detto Totò: “Cari consiglieri, ma fatemi il piacere…”.

Tags
Moltra altro

Panasci

Giornalista editore e musicista. Da 20 anni anche produttore

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.