Cronaca

Welfare: avviso per l’erogazione dei voucher per i servizi alla persona

Servizi alla persona, foto internet

Una boccata d’ossigeno per le numerose famiglie siciliane che si trovano in condizioni di svantaggio. L’Assessorato regionale della Famiglia, delle Politiche Sociali e del lavoro ha pubblicato un bando per l’assegnazione dei cosiddetti “voucher” di servizio per l’assunzione di quel personale – colf, badanti, assistenti familiari qualificati – da parte di famiglie che assistono parenti entro il terzo grado a rischio di esclusione o in condizioni di disagio.

L’iniziativa è inquadrata nelle politiche di Welfare della Regione Siciliana, in linea con i principi di Europa 2020 sulla “Strategia per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva” di riduzione della popolazione a rischio di esclusione o disagio o povertà. Allo stesso tempo, si presenta come un mezzo per favorire l’accesso al mondo del lavoro. Il bando è stato pubblicato sulla Gazzetta Regionale n.45 del 19 ottobre 2012 e prevede l’erogazione di un voucher dal taglio medio di 1000 euro destinato ad abbattere i costi sostenuti dalla famiglie che assistono soggetti vittime di discriminazioni nell’accesso all’occupazione e alla formazione, genitori con compiti di cura e assistenza, donne vittime di violenza con figli minori, anziani non autosufficienti, disabili, malati cronici non autosufficienti e malati terminali.

Il sostegno economico è, infatti, diretto al versamento di contributi previdenziali e assistenziali. I contratti di assunzione degli operatori previsti dal bando devono essere a tempo indeterminato o a tempo determinato non inferiore a dodici mesi. Il contributo è valido anche per le assunzioni antecedenti alla pubblicazione dell’avviso e comunque non precedenti alla data del 14 febbraio 2012. I requisiti economici dei richiedenti devono invece essere certificati dall’ISEE – Indicatore della Situazione Economica Equivalente – che deve attestare un reddito inferiore a 30 mila euro annui; da esso, infatti, dipenderà il taglio esatto del voucher.

Le richieste di assegnazione del contributo dovranno pervenire all’Ufficio Servizi Sociali del comune di residenza entro e non oltre le ore 13.00 del 180° giorno dalla data di pubblicazione. E’ possibile consegnare a mano le istanze oppure spedirle tramite raccomandata A/R, in questo caso farà fede il timbro postale. I cittadini stranieri richiedenti dovranno essere in regola con il permesso di soggiorno. La copertura economica del bando è garantita da risorse regionali per un totale di € 955.885,84 con i quali sarà possibile finanziare 850 voucher.

Mario Trapani

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.