CulturaPrimo Piano

Weekend a Palermo con le giornate FAI di Primavera

Sabato 22 e domenica 23 marzo 2014 la ventiduesima edizione delle Giornate FAI di Primavera. In tutta Italia saranno aperti al pubblico centinaia di siti, spesso inaccessibili.

La formula, è quella di sempre: ingresso a contributo libero e siti presentati da guide d’eccezione: giovani studenti che nel corso dell’anno scolastico affrontano un percorso per diventare Apprendisti Ciceroni®.

A Palermo e provincia il tema 2014 sarà quello della (ri)scoperta dei “Beni Nascosti” con lo scopo di approfondire gli aspetti storico-artistici dei monumenti, ma anche di svelare quei luoghi nascosti e poco visibili ricchi di cultura e carattere.

A Palermo, il percorso dei “Beni Nascosti”, si svolgerà con l’aiuto degli  Apprendisti Ciceroni® della Scuola Media CEICentro Educativo Ignaziano; Liceo Classico Statale Giovanni Meli; Liceo Scientifico Statale Stanislao Cannizzaro; Istituti comprensivi Piersanti Mattarella, Falcone, Sciascia, Guttuso e Ignazio Florio-San Lorenzo e il Centro Studi Pedro Poveda.

Sette tra Palazzi, Chiese e Ville, patrimonio architettonico del nostro territorio saranno aperti al pubblico per l’occasione sabato 22 e domenica 23 dalle 10.00 alle 17.00: Palazzo Sclafani in Piazza Vittoria 14 (necessario esibire documento per l’ingresso), Cappella della Soledad in Piazza Vittoria (aperta solo Domenica 23), Chiesa di Santa Maria della Purificazione e Albergo dei Poveri in Corso Calatafimi 217, Palazzo Morozzo della Rocca – Chiesa di San Giuseppe Cafasso (domenica mattina S. Messa ore 10,00/11,00 ore 12,00/13,00 – sarà comunque visitabile la Torre) in via dei Benedettini e Villa Raffo in via Bianchini, quartiere San Filippo Neri (domenica aperta fino alle 14.00), Villa Whitaker, sede della prefettura, in via Cavour 6 (visita riservata agli iscritti FAI su prenotazione).

Per gli iscritti FAI e per coloro che si iscriveranno all’ingresso dei siti, è riservata la visita a Villa Whitaker, sede della Prefettura. Data l’eccezionalità dell’apertura al pubblico di Villa Whitaker, è necessario  consegnare un documento d’identità valido all’ingresso , non portare zaini  o borse ingombranti. Si accederà a gruppi di 15 e, per non avere code e attese, è richiesta la prenotazione al cell  342 144 34 60  o per mail  delegazionefai.palermo@fondoambiente.it o al Segretario della Delegazione, Walter Morvillo: waltermorvillo@libero.it . I prenotati  avranno la precedenza.

Nelle due giornate momenti musicali a cura degli studenti del Conservatorio V. Bellini di Palermo e del Centro Musicale di Palermo allieteranno i presenti nei siti aperti per l’occasione.

Domenica 23 Marzo il Coordinamento Palermo Ciclabile-FIAB–Federazione Italiana Amici della Bicicletta organizza una pedalata con visita a Villa Raffo e allo Stand Florio. Aperti al pubblico anche luoghi in comuni della provincia di Palermo.

A Bagheria Arte, Misteri e… Mostri. Il Giardino di Villa Palagonia saranno aperti al pubblico domenica dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 15.30 alle 18.30. Dopo il successo ottenuto venerdì con l’apertura alle scuole, gli studenti dei Licei Artistico, Scientifico e Classico, degli I.T.C., I.P.I.A., delle scuole Carducci, Scianna, Aiello, Buttita, Gramsci e Tesauro, in abiti d’epoca, animeranno via Palagonia che per l’occasione è stata pedonalizzata coinvolgendo anche i commercianti nella ricostruzione dello scenario del tempo attraverso esposizioni di ricostruzioni su tela delle antiche balaustre e dei Mostri riproposti nel film Baarìa.

A Caccamo (I Tesori del Duomo di Caccamo saranno visitabili dalle 9:00 alle 13:30 e dalle 15:00 alle 20:00 sabato e domenica con gli studenti del Liceo delle Scienze Umane “T. Panzeca”  in costumi d’epoca e numerosi eventi collaterali.

A Castelbuono Castello dei Ventimiglia – Museo Civico, Museo della Tecnologia e delle Comunicazioni Fondazione Di Pasquale – Pupillo, Matrice Vecchia, Museo Naturalistico Francesco Minà Palumbo, Torre dell’Orologio, Chiesa San Francesco con gli studenti del Liceo Scientifico “L. Failla Tedaldi”, Istituto Professionale per l’Agricoltura “Luigi Failla Tedaldi”, Istituto Comprensivo “Francesco Minà Palumbo” che in costume medievale con sottofondo musicale a tema, accoglieranno i presenti dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.30.

A Corleone Alla scoperta del Monastero del SS. Salvatore tra Arte e Natura con una mostra di foto d’epoca – sabato 10.00/13.00 e 15.00/17.00 e domenica 10.00/13.00 con gli studenti del Camillo Finocchiaro Aprile che presenteranno anche in lingua inglese.

A Piana Degli Albanesi il Museo del Santuario di Maria SS. Odigitria appositamente allestito per l’occasione dal gruppo FAI e aperto al pubblico in via eccezionale, Museo Civico Barbato, Chiesa di San Giorgio Megalomartire Esposizione permanente del patrimonio iconografico, Il Catino Absidale di Pietro Novelli Cattedrale di San Demetrio Megalomartire visitabili dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 18.00 sabato e domenica con l’I. C. Skanderbeg” di Piana degli Albanesi, mentre a Santa Cristina Gela Palazzo Musacchia Leonardo da Vinci, genio eterno. Esposizione straordinaria dei facsimili del codice Trivulziano e del volo  visitabili dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 18.00 con gli studenti della scuola Santa Teresa di Calcutta.

Con un touch si potrà inoltre scaricare gratuitamente sugli store di Google e Apple la App delle Giornate FAI di Primavera: pochi secondi per visualizzare la mappa con tutte le aperture, l’App riconoscerà la vostra posizione e vi saprà indicare i luoghi più vicini.

Per un filo diretto con la delegazione di Palermo, condividere il vostro viaggio alla scoperta dei Beni Nascosti ed essere aggiornati in tempo reale sulle informazioni sulle giornate di primavera 2014, scriveteci su Facebook “Delegazione FAI Palermo” o su Twitter “FAI Sicilia” o pubblicate foto su Instagram. L’hashtag della Delegazione FAI Palermo per la XXII edizione delle Giornate FAI di Primavera sarà #GFPbeninascosti.

La delegazione FAI di Palermo, con questo programma ricco e vario, mira a sensibilizzare quanti vogliano sostenere con un contributo la difesa del patrimonio storico-architettonico e paesistico-naturalistico.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.