PoliticaPrimo Piano

Sicilia, Voto di scambio: indagato Giuseppe Sorbello (Udc)

Giuseppe Sorbello (foto internet)

É passata poco più di una settimana dall’insediamento dei nuovi deputati siciliani in seno all’Ars, e già abbiamo il primo nuovo indagato. A finire nel mirino della magistratura è Giuseppe Sorbello, neo eletto vice capogruppo dell’Udc, al quale la Procura di Catania ha notificato un avviso di garanzia a conclusione delle indagini.

Sorbello è indagato per voto di scambio aggravato.  Le irregolarità a lui contestate si riferiscono al periodo di campagna elettorale che il deputato siracusano avrebbe condotto per le comunali di Melilli nel 2007, quando fu eletto sindaco, e per le regionali dell’anno successivo, quanto militava nella compagine dell’Mpa, senza però essere eletto, venendo ugualmente premiato dall’allora presidente della Regione, Raffaele Lombardo, con l’assessorato all’Ambiente e Territorio.

Sorbello, venuto a conoscenza della notifica della Procura, ha immediatamente rassegnato le proprie dimissioni da vice capogruppo, si è autosospeso da ogni incarico all’interno del suo partito. “Mi ritengo estraneo ai fatti che mi vengono contestati e anzi chiedo ai magistrati di poter essere ascoltato nel più breve tempo possibile“, ha detto Sorbello in una nota.

Al deputato siracusano arriva la solidarietà del segretario regionale dell’Udc, Gianpiero D’Alia. “Siamo certi che Sorbello da cittadino rispettoso delle leggi e della magistratura, saprà dimostrare in tempi brevi la sua estraneità ai fatti che gli vengono contestati”.  D’Alia, inoltre, sottolinea che le dimissioni da capogruppo e la sospensione del partito “sono la naturale conseguenza del nuovo codice etico dell’Udc siciliano. Quest’ultimo sarà applicato con fermezza sempre, senza se e senza ma”.

Laconico è il commento del presidente della Regione, Rosario Crocetta. “Il caso Sorbello non è una questione che mi appartiene, onestamente, appartiene al partito dell’Udc”, ha detto il governatore siciliano.

Se il buongiorno si vede dal mattino…

Luca Mangogna

 

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.