Primo Piano

Virus Zika, primi casi anche in Italia

fascicolo sanitario

Il virus Zika arriva anche in Italia. Già sono stati segnalati i primi casi di questo virus influenzale che in America Latina si sta diffondendo rapidamente. Il Ministero della Salute attraverso il proprio sito web istituzionale ha inviato agli assessorati alla Sanità, ai ministeri e agli enti coinvolti, una nuova circolare sulle misure di prevenzione e controllo delle infezioni del virus fornendo anche  una serie di raccomandazioni per chi si reca o proviene dai Paesi affetti.

Inoltre, dallo stesso Ministero è stata predisposta  una scheda informativa, sulla base dell’avviso del Centro Europeo Controllo Malattie Infettive, e un poster da esporre in corrispondenza dei punti di ingresso internazionali, ossia porti ed aeroporti aperti al traffico internazionale. I paesi più colpiti in questo momento dal virus Zika sono: Colombia, Brasile, Suriname, El Salvador, Guiana Francese, Honduras, Martinica (Dipartimento francese d’oltremare), Messico, Panama, Venezuela.

Intanto l’Oms (Organizzazione mondiale per la Sanità)  lancia l’allarme, definendo il virus Zika “un’emergenza internazionale di salute pubblica“. Il direttore generale dell’Organizzazione, Margaret Chan ha dichiarato: “Serve uno sforzo internazionale contro il virus.  Sospettiamo che Zika sia la causa dell’aumento delle gravi malformazioni, in particolare la microcefalia, registrate tra i neonati in Sudamerica. Il comitato, – conclude Chan – non ritiene al momento che ci siano le condizioni per chiedere restrizioni nei viaggi o nei commerci per prevenire la diffusione del virus”.

Tags
Moltra altro

Panasci

Giornalista editore e musicista. Da 20 anni anche produttore

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.