Politica

Vicari: “Se Pd vota decadenza Pdl non rimarrà al governo un secondo di più”

“Se il Pd voterà in Giunta per buttare fuori dalla politica Silvio Berlusconi, non consentendo alcun approfondimento sulla costituzionalità della legge Severino, il Pdl non potrà rimanere un secondo di più al governo”. Lo ha dichiarato la senatrice Simona Vicari, sottosegretario allo Sviluppo Economico.

“Non è possibile pensare di utilizzare il voto della Giunta del Senato per fare quello che in venti anni il centrosinistra non è riuscito a fare nelle urne, e cioè battere Berlusconi. Ed è un inutile – aggiunge la senatrice – affannarsi da parte degli esponenti del Pd il ripetere che non esiste alcun pregiudizio politico. Infatti, se non ci fosse stato oggi Berlusconi figurerebbe nella compagine di governo”.

“La verità, piuttosto, è che il Pd è guidato da un profondo pregiudizio politico, come dimostrano le dichiarazioni dei componenti della Giunta che, prima di leggere le carte, sono già pronti a votare per la decadenza. Il Pdl ritiene che ci siano gli estremi affinché la Corte Costituzionale valuti la costituzionalità della legge Severino, fugando i dubbi che illustri costituzionalisti, non di centrodestra, hanno sollevato. Ma soprattutto è pronto a difendere il proprio leader da qualsiasi manovra di eliminazione politica.

“Spetta, quindi, al Pd – conclude Simona Vicari – dimostrare in questo momento responsabilità e che non esistono davvero pregiudizi politici in vista della riunione della Giunta del Senato. Altrimenti è evidente che il Pdl sarà costretto a trarne le conclusioni”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.