Cinema-Teatro-MusicaCulturaPrimo Piano

Venerdì 18: Orlando Furioso raccontato dal Mago Atlante

Alberto Nicolino in scena
Alberto Nicolino in scena

(di redazione)

Un attore per quattro personaggi: Centro fiaba e narrazioni di e con Alberto Nicolino costumi Dora Argento. Alcuni passi sono tratti da Hruodlandus di Enrico Messina e Alberto Nicolino.
Fotografie di Chiara Portinari. Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino

Prosegue con l’Orlando Furioso raccontato dal Mago Atlante di Alberto Nicolino il XLI Festival di Morgana, diretto da Rosario Perricone. Nel quinto centenario dalla pubblicazione dell’Orlando Furioso di Ludovico Ariosto, un’intera sezione del festival è dedicata al personaggio epico di Orlando.

Alberto Nicolino è un attore per quattro personaggi. Indossa mantelli, imbuti, scodelle di metallo. Si muove come un pupo. Cambia voce e diventa il mago Atlante. Da mago si trasforma in Orlando, Rodomonte e Astolfo, racconta di Angelica, Doralice, Carlo Magno…
Un appassionante labirinto di immagini e storie in cui ognuno dei protagonisti insegue invano un oggetto, una donna, un nemico. E’ il mago Atlante ad accogliere il pubblico tra le pagine del poema. E’ lui a condurre e a narrare le vicende. Ma non a controllare i destini in gioco.“Qui dentro” protesta contro il suo stesso autore “tutti si muovono in modo prefissato, come pupazzi in una scacchiera!” È l’unico ad accorgersene, però i suoi poteri finiscono qui. E’ un mago che non controlla un bel niente e le sue magie sono trucchi da quattro soldi.

Alberto Nicolino

Autore e attore teatrale, si occupa di tradizioni orali e di fiabe. Le ha raccolte dalla viva voce dei contadini realizzando il cd audio E lu cuntu camina, e il progetto Cunti e tradizioni orali a Camporeale, le ha portate a teatro, con lo spettacolo Kalatrasi e il recital Le fiabe sono vere!, le ha narrate nel programma radiofonico quotidiano Il pifferaio magico della Radio Svizzera Italiana, ne fa il centro di percorsi formativi proponendo workshop rivolti agli adulti sulla narrazione. A Palermo è impegnato nella costituzione del Centro fiaba e narrazioni. La scorsa primavera è stato autore, regista e interprete dello spettacolo prodotto dal teatro Biondo di Palermo Fiabe, morte e miracoli. Il racconto di Giuseppe Pitrè. In questo momento sta conducendo il progetto Ballarò Tale in cui si occupa di raccogliere racconti del quartiere e trasformarli in narrazioni fiabesche.

 Ingresso libero fino ad esaurimento posti. Ritiro biglietti omaggio da 2 giorni prima dello spettacolo presso il Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino, da lunedì a sabato dalle 10.00 alle 18.00, chiuso la domenica e i giorni festivi.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.