CronacaPrimo Piano

Vampirismo: locale veneziano serviva ai propri clienti sangue umano

Vampiro. Foto Internet

Ormai la moda dei vampiri ha colpito un po’ tutti quanti, i vampiri sono dappertutto dalla tv ai libri, Twilght, The vampire diaries, True blood, Il diario del vampiro ma nessuno poteva aspettarsi una notizia come quella uscita oggi: il gestore di un locale di Venezia faceva bere il suo sangue agli avventori del suo pub per avviarli al vampirismo.

Il trend gotico-vampiresco sta dilagando in tutto il mondo ma nonostante le saghe televisive, cinematografiche, libresche, nessuno poteva pensare che si arrivasse a tanto, in particolare in Italia. A scoprire la macabra vicenda è stato il Gris, Gruppo ricerca e informazione socio religiosa, che da 26 anni si occupa e studia il fenomeno delle sette.

Un responsabile del gruppo, Giuseppe Bisetto, ha dichiarato: “Purtroppo quello del vampirismo è un fenomeno in rapida ascesa, alimentato ultimamente dal cinema e dalla televisione attraverso film e telefilm o da feste come Halloween. Dal vampirismo è poi facile passare in gruppi esoterici fino ad arrivare al satanismo”. Gli inquirenti in queste ore stanno indagando sul titolare del locale e hanno rintracciato già quattro ragazzi trevigiani, tutti tra i 17 e i 18 anni, che hanno confessato di aver partecipato a riti del genere nel locale notturno nel veneziano. Il titolare, noto per essere un tipo stravagante, avvicinava i giovani clienti che riteneva più malleabili e li inoltrava al vampirismo, la prova cruciale era bere, dai dei comuni bicchierini di caffè, il suo sangue, in questo modo legava i suoi adepti, convinti di aver assimilato ogni suo potere, di riuscire così a ottenere i suoi soldi e il suo successo solo bevendo quel sangue.

Questo caso ovviamente ha scandalizzato l’opinione pubblica, soprattutto perché tantissimi sono anche i pericoli per la salute, visto che venendo a contatto con il sangue altrui si posso contrarre tantissime malattie tra cui l’aids. Tantissime sono le sette in Italia, ad oggi risultato 35 solo in Veneto, e tra queste ultimamente stanno dilagando anche quelle del filone vampiresco, come ha dichiarato Bisseto: “I giovani si aggregano, fanno gruppo e certe pratiche diventano quasi come una droga. Da qui ad altre forme di devianza il passo è breve. In molti poi passano all’esoterismo fino a finire in gruppi e circoli satanici. Ci sono quelli “acidi”, dove è abituale l’uso di droghe o di violenza, a quelli “rossi” basati su pratiche sessuali”. Le indagini sul locale veneziano continuano e ovviamente si cercano altri testimoni.

Valentina Molinero

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.