Esteri

Usa: tre ragazze rapite dieci anni fa riescono a fuggire

Ha dell’incredibile la storia che vi andiamo a raccontare. Negli anni 2003 e 2004 gli Stati Uniti sono stati teatro di tre rapimenti, uno distinto dall’altro, di altrettante ragazze allora adolescenti. È la storia di Amanda Berry, oggi 26enne, Michelle Knight, ormai 30 anni e Gina De Jesus, oggi 23 anni.

Come spesso capita però il destino riesce ad avere dei risvolti incredibili. Queste tre ragazze hanno ottenuto oggi la svolta della loro vita. Amanda era stata rapita il giorno prima del suo 17° compleanno e oggi è riuscita a fuggire grazie all’aiuto di Charles Ramsey, un vicino che, attirato dalle urla che chiedevano aiuto, si è avvicinato all’abitazione credendo un atto di violenza domestica.

Dopo averla liberata, le ha prestato il cellulare con cui ha avvertito la polizia; la registrazione della telefonata sta facendo il giro delle televisioni: “Aiutatemi, sono Amanda Berry, sono stata rapita dieci anni fa e ora sono libera”. Ha successivamente chiesto di far presto in modo da liberare le altre due ragazze approfittando dell’assenza del loro aguzzino, tale Ariel Castro, autista di bus di 52 anni, arrestato poi assieme a due fratelli. Tutti gli abitanti della zona si sono quindi riversati per strada per riaccogliere le protagoniste di questa brutta avventura.

A quanto pare in casa con loro c’erano anche due bambini. Michelle, Amanda e Gina  sono state ricoverate in ospedale per accertamenti, ma i medici fanno sapere che sono in ottime condizioni.

La domanda che tutti ora si pongono è anche la più ovvia: come ha fatto un uomo solo a tenere segregate per dieci anni tre donne, allora adolescenti, senza che nessuno della zona si accorgesse di quanto stava accadendo? Le opzioni potrebbero essere due: o “bravo” davvero l’uomo a non far trapelare nulla, o c’è qualcos’altro sotto.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti Potrebbe Interessare:

Close