Economia & Lavoro

Uomini e donne in uniforme in piazza per difendere la sicurezza

Uno dei manifestanti (foto di Concetta Ventimiglia)

Cittadini aiutateci a difendere la vostra sicurezza, è un diritto e non si taglia“. Questo è l’appello dei lavoratori della sicurezza, uomini e donne in uniforme, provenienti da tutta quanta la Sicilia, stamattina, a Palermo, davanti Palazzo D’Orleans, sede della Presidenza della Regione.

Una manifestazione nazionale, articolata per rRegioni, firmata dalle segreterie nazionali FNS CISL, SIULP, SAP, UGL Polizia, Consap, Sappe, UGL Forestale, Fesifo, Conapo, UGL VVFF, e Cocer (non presenti per vincoli imposti dalla legge), con presidi alle presidenze regionali, e in piazza del Parlamento, Roma.

“Noi, servitori dello Stato, provenienti da tutta la Sicilia – dice Giovanni Saccone, segretario della FSN Sicilia- siamo qua, alcuni già da ieri notte, a manifestare contro un governo sordo ai nostri appelli, lanciati per salvare la sicurezza, la difesa, l’ambiente e il soccorso pubblico del Paese, siamo stanchi di una situazione divenuta insostenibile, un vero e proprio attacco politico nella classe dirigente; in una società sono tre le principali fonti di beneficio: la cultura, la sanità, e la sicurezza, se si decide di ridurre e sottovalutare in un periodo di crisi come questo anche solo uno di questi, il governo non fa altro che recare danni, non solo a noi ma anche ai cittadini, ai nostri figli, e alla speranza di una società sicura e ben organizzata”.

Gli operatori delle forze di Polizia delle forze Armate e dei vigili del fuoco chiedono rispetto, dignità e strumenti per continuare a servire i cittadini per garantire sicurezza, pace, condizioni migliori di vivibilità e di tutela dei e nei territori e nella quotidianità, ed il libero esercizio dei loro diritti garantiti della Costituzione Italiana.

“Nonostante i tagli, l’aumento oltre i 65 anni del servizio, la mancanza di ulteriori risorse per garantire lo standard elevato per la sicurezza dei cittadini e del territorio, continueremo – afferma Antonino Santilli, segretario provinciale generale UGL Polizia di Stato- con grande senso di responsabilità la nostra missione e a lavorare per assicurare l’ordine, la sicurezza, e il soccorso pubblico a tutti i cittadini”.

Contro gli evidenti sprechi di denaro pubblico, pagato dai cittadini onesti di questo Paese, contro i politici corrotti che usano le risorse pubbliche come beni di loro proprietà, contro ai tagli lineari ed indiscriminati alla sicurezza, alla difesa e al soccorso pubblico, no ai “nonni” in divisa a causa dell’eccessiva elevazione dell’età anagrafica, no al precariato nelle forze armate, polizia e vigili del fuoco, “non ci fermeremo, questa – aggiunge Rosario Indelicato, segretario Regionale Sap Sicilia- è una delle prime manifestazioni, lotteremo per i diritti nostri e dei cittadini”.

Concetta Ventimiglia

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.