Scuola & Università

Università di Catania, 24mila studenti incandidabili per elezioni universitarie

Foto Internet

Incredibile a Catania. Circa 24mila studenti dell’Ateneo catanese risultano incandidabili per le elezioni Universitarie del 10 e 11 ottobre 2012.

Sconforto, ma non rassegnazione, tra gli studenti dell’Università degli Studi di Catania per l’interpretazione della norma che l’Ateneo catanese ha dato circa il diritto all’elettorato passivo per candidarsi alle imminenti elezioni universitarie.
A denunciare il fatto è Azione Universitaria che tramite il suo Vice Presidente Nazionale, Dario Moscato, annuncia una battaglia interna all’Ateneo catanese e se necessario anche per vie legali: “L’interpretazione data dall’Università degli studi di Catania, circa il diritto all’elettorato passivo per gli studenti, ci appare incomprensibile, in netto contrasto con lo spirito della legge 240/10 che regola la materia. Viene così totalmente travisato lo spirito della normativa nazionale. Faremo ricorso interno alla commissione elettorale dell’Università e se necessario al TAR” dichiara Dario Moscato.

L’oggetto del contendere tra gli studenti e l’Università sta nell’inciso della normativa nazionale e che il regolamento elettorale dello stesso ateneo riporta: “attribuzione dell’elettorato passivo agli iscritti per la prima volta e non oltre il primo anno fuori corso ai corsi di laurea, laurea magistrale e dottorato di ricerca dell’Università”. E aggiunge Dario Moscato: “intendere non candidabili gli studenti che con la riforma degli ordinamenti (D.M. 270 del 2004) hanno formalizzato un passaggio da un corso di laurea a un altro, con la stessa denominazione e nel quale hanno mantenuto gli stessi crediti delle materie conseguiti precedentemente, mantenendo lo stesso anno d’iscrizione, è davvero paradossale”.
Per Erio Buceti capogruppo al CNSU per Studenti per le Libertà – Azione Universitaria “giorno 28 settembre porteremo un documento al Ministro Profumo nel quale chiederemo d’intervenire e spiegheremo le nostre ragioni circa il dato sconfortante che di fatto vieta l’elettorato passivo a circa 24000 studenti dell’Università di Catania. Un dato eclatante appare poi, la situazione degli studenti inscritti per la prima volta a un corso di Laurea Magistrale, che hanno effettuato nella carriera triennale un passaggio ad altro corso o una nuova immatricolazione secondo la riforma degli ordinamenti (D.M. 270 del 2004), non andando oltre il primo anno fuori corso, risultano non candidabili ”.

Comunicato Stampa

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.