Economia & LavoroPrimo Piano

UniCredit lascia Facebook, ma resta su Twitter e su LinkedIn

Dal primo giugno di quest'anno la scelta di Unicredit.

UniCredit abbandona Facebook. Con un post sulla propria pagina, il gruppo bancario milanese annuncia che dal 1° giugno di quest’anno “non sarà più su Facebook, Messenger e Instagram” per “valorizzare i canali digitali proprietari”. Abbiamo chiesto alla banca quale sia stata la motivazione alla base, confermandoci che resteranno aperti i profili su Twitter e LinkedIn.

“Prendiamo le questioni di business ed etica molto seriamente e abbiamo interrotto ogni interazione con Facebook perché non riteniamo che Facebook si stia comportando in modo appropriato ed etico. Unicredit come gruppo non sta utilizzando Facebook per ordine del Ceo e non lo utilizzerà fino a quando non avrà un comportamento etico appropriato”.

Parola dell’amministratore delegato Jean Pierre Mustier non più tardi dell’estate scorsa, riferendosi allo scandalo Cambridge Analytica.

Una decisione che arriva dopo lo stop degli investimenti pubblicitari sulla piattaforma di Mark Zuckerberg, avvenuto a marzo 2018 dopo lo scandalo di Cambridge Analytica.

Motivo per cui alcuni mesi fa l’ad di Unicredit Jean Pierre Mustier aveva preso già le distanze dal social.

Una notizia che non sta passando inosservata sui social media e su Facebook in particolare.

Una decisione che non arriva a sorpresa, ma, come è normale pensare, è una scelta che arriva dopo un certo periodo di tempo.

Tags
Moltra altro

Filippo Virzì

Giornalista radio/televisivo freelance, esperto in comunicazione integrata multimediale.

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.