CronacaPrimo Piano

Una pioggia incessante non ha fermato la presentazione del Parco Canile

Una domenica di metà maggio dai colori inconsueti, un evento che ha rischiato di essere sospeso a causa di condizioni meteo proibitive, una giornata di forte pioggia persistente ma il sorriso, l’allegria e la fiducia nella validità del progetto dei Volontari dell’Associazione Sos Primo Soccorso per Cani e Gatti Onlus ha, come per incanto, diradato le nuvole e così alle 11,00 come previsto è stato presentato a Palermo in Via Valenza nel quartiere Falsomiele, quello che sarà il primo Parco Canile di Sicilia.

Ventiseimila metri quadri, un terreno confiscato alla mafia dove i volontari dell’associazione animalista insieme a volenterosi cittadini, già da più di un mese sono impegnati nella bonifica e nella pulizia con tenacia e forza di braccia.

Riaffermare la legalità con le idee, la passione , l’amore per gli animali e la natura, così ieri ufficialmente è stato presentato il Parco Canile.

Un momento di emergenze per i cani e i gatti a Palermo con un Canile Municipale in sofferenza cronica, prossimo alla dismissione per ristrutturazione e la piaga del randagismo che in tempi di crisi, è aumentata vertiginosamente; ma la “bonaccia” che sembra aver immobilizzato qualsiasi iniziativa da parte dell’Amministrazione negli ultimi anni, sembra stia cessando. In poco tempo un tavolo tecnico in Prefettura, un’assemblea a Palazzo delle Aquile con il confronto sui delicati temi tra Associazioni Animaliste ed Istituzioni ed una prossima riunione ancora in Prefettura convocata per il 25 aprile, fanno sperare che finalmente gli animali possano avere in futuro a Palermo, una maggiore dignità.

In effetti la presenza del Sindaco, dell’Onorevole Antonello Cracolici e dell’Assessore Francesco Maria Raimondo, responsabile dei diritti degli animali alla presentazione del Parco Canile, in un giorno che il tempo avverso, oltre ogni possibile previsione, avrebbe fornito ampie giustificazioni ad eventuali assenti, può essere un indicativo segnale sul maggiore interesse che le Istituzioni sembrano mostrare verso gli amici a quattro zampe.

E’ Leoluca Orlando a sottolineare che : ”Il Parco Canile dovrà essere un luogo dove i cittadini potranno passare a contatto con la natura,  all’interno di una vasta area verde circondati da agrumeti, piacevoli giornate circondati dai meravigliosi colori tipici della Conca D’Oro- ed ancora riguardo l’affermazione di legalità, con la fruibilità del bene confiscato alla mafia, continua il Sindaco di Palermo-vi è la volontà da parte dell’Amministrazione di rendere i beni confiscati disponibili in breve tempo ad Associazioni e cittadini bisognosi. Già trentadue immobili confiscati e assegnati nel 2014 a scuole e uffici e quest’anno 28 appartamenti, sono stati impiegati diretti all’emergenza abitativa”.

Il Sindaco  ha continuato spiegando, a proposito di Canile Municipale e di emergenza, quante difficoltà si incontrino  alla creazione di un nuovo Canile per le restrittive norme in materia che impongono la distanza di almeno cinquecento metri dalle abitazioni e per questo ha incalzato dicendo: “ Vi sono delle idee e dei contatti con il Sindaco di Monreale che potrebbe fornire le aree per un probabile progetto comune”.

Importanti e significative le parole di Francesco Maria Raimondo, assessore responsabile ai diritti degli animali:” Il Parco canile che oggi stiamo presentando, potrebbe essere tra i rifugi gestiti da associazioni animaliste che si pensa debbano supportare la struttura pubblica , un Parco Canile dove con competenza si offra agli animali, non la permanenza in una vecchia locanda ma quasi un resort a quattro stelle.”

Un ambizioso progetto è partito in città, frutto dell’amore e della passione che in questi anni Francesca Cognato, Patrizia Pavone e tutti gli associati di Sos Primo Soccorso per cani e gatti, hanno dimostrato durante gli anni con la cura , l’impegno e la passione che ha permesso a tanti cani e gatti da loro salvati, di sopravvivere e a volte di trovare adozione; oggi insieme a loro oltre ai volontari di sempre schierati nella lotta per la difesa degli animali, si sono aggiunte professionalità e competenze per la realizzazione di quella che sembra potrà diventare un’oasi felice per gli amici a quattro zampe.

Massimiliano Massellis, architetto e Roberto Noto agronomo, hanno evidenziato durante la presentazione, quanta attenzione ci sarà in fase progettuale per la riqualificazione dell’area  che mirerà alla valorizzazione del verde e degli alberi esistenti nel massimo rispetto della natura. Previsto anche l’uso di energia rinnovabile e lo smaltimento dei rifiuti organici tramite impianto di Fitodepurazione.

Un Paradiso terrestre per cani e amici umani con sentieri attraverso il Parco, auditorium per trattare tematiche ambientalistiche; un diverso modo di concepire il rapporto tra cane e umano sotto la guida di selezionati educatori cinofili, questo il sogno dei volontari di Sos Primo Soccorso, un progetto che per realizzarsi nella sua completezza, ha bisogno dell’aiuto di imprenditori e di palermitani con il cuore grande; un piccolo iniziale esempio lo hanno dato oggi alcuni alunni dell’Istituto Alberghiero “Piazza Ipsseoa”, dimostratisi camerieri di gran classe nel servire il buffet offerto della pasticceria Costa e da Bisso Bistrot agli intervenuti.

” Noi volontari mettiamo mano d’opera, passione, e ciò in un mese e mezzo, ci ha consentito di bonificare una piccola parte di questo grande terreno – chiosa Laura Girgenti, Presidente Ufficio Garante Diritti degli Animali- ma la politica e i palermitani non devono tirarsi indietro di fronte a quello che potrebbe diventare un esempio da esportare in altre città siciliane”.

Massimo Brizzi

[nggallery id=99]

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Un Commento

  1. bellissimo! ma scusate quando verranno iniziati i lavori, e soprattutto quando verranno immessi cani e gatti, visto che il canile municipale di via tirassegno è in continua emergenza 365 gg l’anno??? qualcuno sa qualcosa? grazie!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.