CronacaPrimo Piano

“Una cosa buona a fici…” Aperto al traffico il ponte a Piazza Scaffa. VIDEO e FOTO

“Una cosa buona a fici” ,queste le parole rivolte a Leoluca Orlando da uno dei primi automobilisti a transitare ieri pomeriggio dal Ponte Bimodale appena inaugurato a Piazza Scaffa dal Sindaco.

E’ stato Leoluca Orlando intorno alle 18,10 , munito di paletta di segnalazione a dare ufficialmente il via allo scorrere delle auto lungo il ponte sul fiume Oreto , aperto da ieri in entrambi i sensi di marcia, resterà chiusa la corsia centrale dedicata al tram che dovrebbe invece vedere il primo mezzo scivolare lungo i binari entro la fine del 2015.

Un pomeriggio importante per la città di Palermo e per la viabilità nella zona di Corso dei Mille finalmente percorribile interamente, ma ancora più rilevante per l’Amministrazione Comunale  presente al “gran completo” all’inaugurazione del ponte che consentirà il flusso contemporaneo di automobili e tram.

“ Un contributo fondamentale per la mobilità per il quale ringrazio le maestranze che hanno consentito di completare l’opera prima del Festino”, ha tra l’altro detto il Sindaco di Palermo.

“Tecnologia e storia per dare un nuovo volto alla città”, ha sottolineato Giusto Catania , Assessore alla Mobilità.

“ Un nuovo modo di intendere la mobilità in città: aree pedonali sempre più diffuse , tre linee di tram, un uso maggiore di bicicletta e sempre meno autoveicoli privati nella Palermo del futuro”, ha affermato Emilio Arcuri Vice Sindaco.

“Prevedere nuove aree parcheggio nella zona circostante al passaggio del tram”, la richiesta di Antonio Tomaselli Presidente della seconda Circoscrizione.

“ Deve essere l’inizio della costruzione di sempre nuove infrastrutture per consentire ai lavoratori di non restare inoccupati, un ponte del quale andiamo orgogliosi ma che è costato la vita a Jonny Mannino, nostro collega, per un incidente sul posto di lavoro”, il pensiero di un lavoratore del consorzio Sis invitato a parlare dal palco autorità.

Un Ponte Bimodale, struttura tecnologicamente avanzata , dotato di sei corsie due per i tram e quattro per gli autoveicoli, più le passerelle ciclopedonali, una scommessa vinta dal Sindaco che ha orgogliosamente sottolineato:” In Sicilia i ponti si possono costruire”.

Signor Sindaco, “ma quanta acqua deve passare sotto i ponti”, affinché non siano solo gli atti straordinari a far gioire i palermitani, forse più  alla ricerca di  una ormai dimenticata o mai vissuta ordinaria vivibilità cittadina.

Il nostro “Bridge on the Oreto river” oggi è una realtà ma da domani si torna alla vita reale… 

Massimo Brizzi

[nggallery id=125]

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.