Primo Piano

“Un pipistrello per amico”, dall’11 al 16 settembre al Centro Commerciale La Torre

 

Foto di Rosaria Cucinella

L’estate sta finendo, portandosi via caldo, relax e, per nostra fortuna, anche i più tremendi nemici delle nostri notti sotto le stelle: le zanzare! E se il rimedio contro di esse ce lo fornisse la natura stessa?

A sostenere questa tesi è il Museo di Storia Naturale di Firenze e in particolare il Gruppo di studio sui chirotteri, che dal 2007 ha lanciato un’iniziativa per la conoscenza e la salvaguardia dei pipistrelli in città e per combattere in maniera naturale il proliferare delle zanzare.  Non tutti forse sanno che i pipistrelli sono infatti abili predatori di insetti, tra cui proprio le fastidiose zanzare; si pensi che in una sola notte un chirottero è in grado di mangiare più di mille zanzare. Dare guerra alle zanzare, preservando la specie dei chirotteri,  è un metodo naturale e in pieno equilibrio con l’ambiente, per non parlare del fatto che in questo modo possiamo evitare l’utilizzo di insetticidi, inutili e per di più nocivi per l’ambiente.

Da qui parte la campagna “Un pipistrello per amico” in tour nelle più grandi città italiane e organizzato dalla Coop e dal Museo di Storia Naturale di Firenze. Proprio a Palermo l’iniziativa è stata ospitata dall’11 al 16 settembre al Centro commerciale La Torre: tutti i giorni dalle 09.00 alle 21.00 sarà possibile partecipare al Bat Quiz, per testare la propria conoscenza sul mondo dei chirotteri, mentre diversi pannelli informativi daranno risposta ad ogni curiosità sull’argomento. Domenica 16 settembre, dalle 16.00 alle 18.00, vi sarà la possibilità di partecipare ad un laboratorio per bambini, mentre i più grandi potranno incontrare gli esperti per ulteriori informazioni. A tal proposito all’interno del centro commerciale è stato allestito uno stand, simile ad una caverna, per riprendere le sembianze dell’habitat dei protagonisti del progetto.

Il progetto promuove la diffusione delle Bat Box: si tratta di piccole casette di legno per i pipistrelli, posizionate sulle pareti delle case  o sugli alberi del giardino in modo da offrire rifugio in città a questi animali. Il Bat Box è un progetto rivolto non solo ai grandi ma anche ai più piccoli: testimonial della campagna è infatti Kiro, un simpatico pipistrello amico di Paperino, creato dalla Walt Disney a sostegno di “Un pipistrello per amico”.

Per chiunque stia pensando ad una Bat Box da piazzare nel proprio giardino ma allo stesso tempo  teme questi animali, è arrivato il momento di sfatare alcune credenze e luoghi comuni che da sempre contribuiscono alla persecuzione dei pipistrelli:

-“i pipistrelli succhiano il sangue”: sebbene nell’immaginario collettivo si pensi che il pipistrello succhi il sangue come il vampiro, in realtà questa particolare specie vive esclusivamente in Centro e Sud America e rivolge i propri dentini aguzzi soltanto agli animali.

-“i pipistrelli si attaccano ai capelli”: niente di più falso, questi animali non sono affatto attratti dai capelli.

-“i pipistrelli sono ciechi”: diffusa è l’idea che questi animali non ci vedano, mentre in realtà la loro vista è ottima ma preferiscono orientarsi con il radar.

Dare rifugio a questi animali e garantire la loro sopravvivenza aiuta loro, l’ecosistema e noi. Per scoprirne di più, visitate il sito msn.unifi.it.

Rosaria Cucinella

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Un Commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.