Scuola & Università

La Via al Parlamento Europeo: “Tutelare l’Erasmus è fondamentale”

Giovanni La Via

Sono fermamente convinto che l’Europa e le sue politiche siano la strada da seguire per uscire dalla crisi”. A dirlo è Giovanni La Via, relatore del bilancio dell’Ue e parlamentare europeo del Pdl/Ppe, a margine del voto di oggi con cui la commissione Bilanci ha approvato la propria proposta sul bilancio europeo, facendo riferimento a quella della Commissione ed eliminando molti dei tagli proposti dal Consiglio dell’Ue.

Un euro speso a livello europeo –spiega La Via- ha un valore maggiore rispetto ad un euro speso a livello nazionale. Ad esempio, nel campo della ricerca un euro investito dal bilancio europeo ha un ritorno di 14 euro”. I tagli proposti dal Consiglio si concentravano sui capitoli di spesa dedicati a crescita e occupazione, temi che, secondo La Via “sono cruciali per l’Europa per uscire dalla crisi”.

L’obiettivo del Parlamento europeo è di focalizzare le risorse nelle politiche volte alla crescita e all’occupazione, concentrandosi in particolare sulla ricerca, l’imprenditoria e l’occupazione. Inoltre, il Parlamento spinge perché nel bilancio siano mantenuti i fondi necessari per pagare i conti dei progetti già avviati. Grande attenzione anche al programma Erasmus: il Parlamento ha approvato emendamenti per evitare i tagli del Consiglio su quello che, afferma La Via “è un programma molto importante e ha un comprovato successo per aver contribuito alla crescita e al lavoro, non possiamo permetterci il suo fallimento.

Non possiamo pensare –sottolinea l’eurodeputato- di mettere in pericolo programmi europei come l’Erasmus. E’ inconcepibile che il Consiglio non voglia rendere disponibili le risorse necessarie per finanziarie questi progetti”. La Via conclude dicendo che questo “è il risultato della procedura di bilancio dello scorso anno, quando gli Stati membri hanno contestato le verifiche condotte dalla Commissione ma che, col senno di poi, si sono rivelate corrette”.

La partita sul bilancio europeo entra nelle fasi finali: dopo il voto di oggi in commissione, i 754 parlamentari europei saranno chiamati ad approvare la relazione del relatore La Via in occasione della prossima seduta plenaria a Strasburgo, il 23 Ottobre. Poi avranno inizio le negoziazioni con il Consiglio da cui si conoscerà l’esito del match. A quel punto l’accordo tornerà di nuovo in Parlamento per la ratifica formale a Dicembre.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.