Cronaca

Turisti siciliani bloccati all’aereoporto di Sharm El Sheik

Aeroporto di Sharm El Sheik

Da ieri mattina 170 siciliani sono bloccati a Sharm El Sheik in Egitto poiché l’aereo della compagnia egiziana Amc che avrebbe dovuto riportarli in Italia ieri alle 9.30, non è mai partito. Inizialmente gli organizzatori del viaggio avevano fatto sapere che c’erano stati dei problemi tecnici ma oggi la situazione è stata chiarita e a quanto pare l’aereo di ritorno a Palermo era stato cancellato perché mai stato pagato dal tour operator.

In poche parole i turisti siciliani avrebbero pagato un pacchetto viaggio che comprendeva biglietti aerei e albergo, ma, una volta finita la vacanza, si sarebbero resi conto all’aeroporto egiziano che il proprio volo era stato cancellato, il motivo della cancellazione è ormai chiaro, l’agente di viaggio non avrebbe provveduto al pagamento del volo di rientro in Italia. Al momento non si sa ancora dove sia finito il tour operator italiano e neppure perché non abbia provveduto al pagamento, la cosa certa è che questa mattina i turisti hanno fatto sentire la loro voce attraverso i microfoni di Time Magazine di Radio Time e attraverso la portavoce Cristina Cavara hanno descritto la loro situazione, la paura e ovviamente la rabbia.

Al momento molti dei palermitani sono tornati in albergo in attesa di poter tornare a casa, mentre coloro che non possono permettersi il costo di ulteriori giorni di permanenza in Egitto hanno deciso di accamparsi in aeroporto.

Nel frattempo il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, questa mattina ha fatto sapere di aver avuto un colloquio telefonico con il Console Italiano al Cairo che ha assicurato il suo impegno e quello dell’Ambasciata per risolvere al più presto la situazione e per poter far tornare in Italia i turisti al più presto.

Valentina Molinero

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.