Economia & LavoroPrimo Piano

Turismo in Sicilia. Figuccia: “Helg oltre ad essere ‘miope’ è come i tassisti di Palermo”

Angelo Figuccia

Il capogruppo del Partito dei Siciliani-MPA Angelo Figuccia ha rilasciato una dichiarazione in cui consiglia fortemente il Consiglio Comunale ad approvare i progetti Prusst (Programmi di riqualificazione urbana e di sviluppo sostenibile del territorio), presentati nel 2006 e ancora non messi in atto. La redazione de Il Moderatore ha contattato Angelo Figuccia, che ha rilasciato una intervista telefonica. Durante la conversazione il capogruppo MPA  parla di una grande difficoltà che tutt’oggi si vive in Sicilia nell’avanzare progetti propositivi per una rinascita del turismo siciliano.

Nei scorsi giorni Figuccia aveva definito Roberto Helg (Presidente della Confcommercio Palermo) “miope” e ribadisce alla nostra redazione tale concetto. «Helg appartiene a quelle categorie di persone che difendono “gli improponibili”, e questo è assurdo che ancora avvenga nel 2013». «Posso paragonare la figura di Helg alla categoria dei tassisti (possono pure offendersi) – ribadisce – in quanto a Palermo, come in tante altre città, spostarsi con un taxi costa tanto. Vi è la presenza di pochi taxi e i prezzi sono esorbitanti, perché così con una sola corsa o poco più si è guadagnato a sufficienza per la giornata. Ecco tutto ciò non deve esistere nel 2013 perché blocca ancora di più il turismo».

Nella sua precedente dichiarazione aveva dichiarato che «la miopia dimostrata da Helg rischia di ritorcersi contro la città … Helg distrugge tutto il lavoro che in questi mesi sapientemente abbiamo portato avanti con le più importanti capitali nordeuropee, per facilitare l’arrivo nella nostra città di flussi di turisti». Figuccia, inoltre, parla della netta differenza che vi è tra la nostra realtà siciliana e i paesi dell’Europa del nord, ad esempio. «Ho viaggiato molto, sono appena tornato dalla Norvegia, dove ho incontrato istituzioni locali e il Parlamento norvegese. La Rayanair adesso propone biglietti aerei low cost per la tratta Palermo – Oslo».

Figuccia con questo esempio propone di incentivare ogni forma costruttiva che possa disgelare un turismo fermo. In Sicilia ci sono luoghi fantastici, su cui è possibile puntare per l’organizzazione di eventi. Il rapporto tra turismo e sport, ad esempio, è uno dei temi affrontati durante la conversazione. «Lo sport può aiutare la Sicilia, facendo arrivare tanta gente da altri stati proprio per eventi, oppure tornei sportivi, che non vengono identificati solo in attività come calcio, pallavolo o altro ma bensì proporre anche tornei di ‘scopone scientifico’. In questo modo si amplia la prospettiva per il turista, che invogliato da questi eventi, viene conquistato successivamente dalla bellezza della nostra terra». Figuccia parla della grande importanza che questi progetti possono avere per la nostra isola. Ribadisce anche di puntare sul sistema alberghiero: «invitiamo gli albergatori palermitani ad adeguare i loro prezzi all’attuale momento di crisi e di fornire offerte speciali per attrarre più turisti». Si parla di ampliare strutture e attuare un circuito di giornate/evento, affinché possano essere “gli altri a venire da noi e non noi ad andare da loro”.

Una cosa è certa. Il sistema turistico siciliano è tutt’ora indietro e le parole di Figuccia, in merito alle proposte di ricreare rassegne sportive e culturali, sembrano essere giuste e propositive. In una terra come la Sicilia, piccolo gioiello al centro del mondo, è assurdo che ancora oggi si debba invidiare il turismo presente in altri luoghi, quando in realtà puntare su cultura, tradizione e arte siciliana sarebbe una delle soluzioni migliori per risollevarci da un momento di crisi economica. Bisogna investire in un qualcosa che sicuramente darà dei risultati, lavorando con giusto senso, abnegazione e rispetto della nostra stessa terra che è lì pronta ad essere finalmente vissuta al meglio.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Un Commento

  1. consigliere figuccia , non si offenda : lei è uno dei peggiori parassiti politici di palermo ! al posto di andare a fottersi i gettoni di presenza nella commissione di cui fa parte , provi ad aggiornarsi sulle tariffe taxi di palermo e confrontarle con la media nazionale ed europea . ignorante e manciafrancu !

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.