EnogastronomiaPrimo PianoTurismo

Turismo “di radice”: dagli Usa a Rometta e Saponara alla ricerca delle proprie origini con Roots ‘n Tours

(di redazione) Da San Francisco a Rometta fino ad arrivare a Saponara per rivivere il passato e assaporare il presente ricco di tradizione, storia e innovazione culinaria di due piccoli e antichi borghi del Messinese.

Sarà questo il percorso che a breve intraprenderà una famiglia di italo americani di origini siciliane: Amanda Rantuccio, Responsabile Marketing Comunication di Apple, arriverà in Sicilia insieme ai suoi genitori, zii e cugini, per visitare Rometta e Saponara, lì dove abitavano i suoi bisnonni paterni, Giovanni Rantuccio e Angela Bonanno. L’arrivo dei 12 ospiti è previsto per il 17 ottobre.

Un’esperienza unica che rientra nella grande iniziativa “Roots ‘n Tours”, a respiro internazionale, ideata da Rosario Turrrisi con il supporto di Giovanni De Carli e che si propone di rilanciare e valorizzare il turismo nei territori verdi e incontaminati della Sicilia, puntando tutto sul “turismo di radice” e sul fare sistema.

Un progetto che “Roots ‘n Tours” svolge in cooperazione e sintonia con le amministrazioni comunali e i soggetti privati, con lo scopo di valorizzare i territori minori, il patrimonio culturale, le eccellenze e la storia.

“Roots ‘n Tours” ha elaborato un vero e proprio format di “viaggio per le radici” per oriundi italiani che vivono all’estero dove è stata massiccia l’emigrazione a partire dalla fine dell’Ottocento proseguita fino ai primi del Novecento.  Il modello è già stato “testato” in altre aree della Sicilia come Bisacquino, Chiusa Sclafani, Giuliana, Piana Degli Albanesi e Borgetto.

In questi luoghi sono stati realizzati cinque viaggi per italo americani che hanno potuto così riscoprire le proprie origini.

Il “turismo di ritorno” interessa un bacino potenziale tra i 60 e gli 80 milioni italo-discendenti e cinque milioni di cittadini ufficialmente residenti all’estero che desiderano ristabilire un contatto con i propri luoghi di provenienza.

Rosario Turrisi

“Obiettivo dell’iniziativa è unire le risorse ed ottimizzare le energie di questo immenso territorio, ricco di tradizioni culturali ed enogastronomiche – ha detto Rosario Turrisi, creatore del progetto “Roots n’ Tours” –.

Molti dei nostri emigrati mantengono un legame con i loro territori dai quali provengono, molti altri invece vorrebbero riscoprire le proprie origini. Il turismo di radice, che in Italia è ancora un punto debole, può diventare il nostro punto di forza”.

Ricco il programma della giornata del 17 ottobre: di mattina la famiglia visiterà il borgo di Sant’Andrea, luogo di nascita del bisnonno di Amanda Rantuccio, e poi si sposterà a Rometta, dove visiterà diverse botteghe tipiche. Dopo il pranzo a base di prodotti locali, la famiglia si sposterà a Saponara, dove il sindaco consegnerà loro un dono da parte di tutto il paese.

Il programma completo

Ore 9.30: arrivo a Rometta Marea: saluto di benvenuto da parte del Sindaco o suo delegato e consegna di un dono rappresentativo del paese;

Ore 10.15: visita del borgo di Sant’Andrea, frazione di Rometta, luogo di nascita del bisnonno di Amanda Rantuccio;

Ore 11.00: visita di Rometta, dove è prevista la vista presso alcune delle botteghe artigiane tipiche;

Ore 13.00: pranzo in un ristorante tipico dove poter gustare i piatti della tradizione locale;

Ore 14.30: arrivo al comune di Saponara: saluto di benvenuto da parte del sindaco e consegna di un dono rappresentativo del paese. A seguire ci sarà un incontro con i parenti, ritrovati grazie alle ricerche condotte da Roots ‘n Tours.

Tags
Moltra altro

Articoli Correllati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.