Politica

Tremonti, suo ex consigliere chiede 174mila euro per la casa di Roma

Giulio Tremonti

Il tanto chiacchierato appartamento di via Campo Marzio a Roma, affittato per ospitare Giulio Tremonti durante le sue trasferte parlamentari, desta ancora scandalo. Marco Milanese, ex- consigliere politico di Tremonti ed ex- deputato Pdl, chiede i conti dell’affitto da lui pagato: oltre 174.000 mila euro. In caso di mancata soddisfazione Milanese non esiterebbe a rivolgersi al tribunale civile.

La rivendicazione dell’ ex deputato Pdl è basata sui canoni di affitto versati dopo la stipula del contratto con il Pio Sodalizio dei Piceni, proprietario dell’immobile, l’1 febbraio 2009. Milanese avrebbe pagato 8.500 euro mensili, ricevendo da Tremonti 4.000 euro. In seguito al mutamento dei rapporti personali e professionali con Tremonti, Milanese ha poi risolto il contratto di locazione dall’1 maggio 2012, previa corresponsione alla proprietà, a titolo transattivo, di 25 mila euro. Dunque, il totale delle spese che Milanese richiede come risarcimento ammontano a ben 174.819 mila euro.

Per l’appartamento in questione, Tremonti è già indagato dalla procura di Roma per finanziamento illecito di parlamentare in relazione alla ristrutturazione gratuita dell’immobile da parte dell’imprenditore Angelo Proietti, indagato a sua volta con Milanese.

Dello scandalo sugli affitti parlamentari se ne era già occupata la trasmissione televisiva Le Iene, tanto da parlare di un nuovo caso “affittopoli”. Tutta la vicenda crea sdegno e indignazione se si pensa che Tremonti era Ministro dell’economia e che la Camera dei deputati riscuote dai contribuenti la modica cifra di 46 MILIONI di euro in affitti.

Clara da Boit

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.