CulturaPrimo Piano

TrainDogs, i racconti da treno nati su Facebook sostengono Emergency

Lo spettacolo di racconti e musica live dei TrainDogs, appunti di un pendolare in undici righe meno qualcosa nati su Facebook, approda in Sicilia con un reading intitolato “Altrove” per raccogliere fondi in favore di Emergency.

L’evento, prima tappa siciliana di un tour itinerante per l’Italia, si terrà mercoledì 11 dicembre al caffè letterario Antudo di Palermo a partire dalle 21 e vedrà esibirsi l’autore dei TrainDogs Fabio Palombo nella lettura e il The Kate Worker’s Trio nell’accompagnamento musicale. L’ingresso è a offerta libera.

Il ricavato della serata andrà a sostenere le attività di Emergency, attiva sul territorio siciliano con il Poliambulatorio di Palermo, che registra 72 medici volontari per circa 11.000 pazienti, e con quattro poliambulatori mobili impegnati prevalentemente nell’assistenza ai migranti che sbarcano sulle coste sicule.

Giunti oggi a 497 con circa 30.000 lettori al mese sul social network, i TrainDogs sono stati protagonisti di un viaggio di avvicinamento al pubblico, dalla sfera virtuale alla vita reale: utilizzati prima come soggetti per cortometraggi o come oggetti artistici in mostra con le trasposizioni su tela, diventati poi uno spettacolo itinerante in tutta Italia in cui si fondono lettura, canto e musica, sono approdati alla carta stampata con il libro “TrainDogs – Storie di uomini e di donne” edito da et al e nelle librerie da ottobre.

Quello dei TrainDogs, racconti di vita, emozioni, pensieri, riflessioni, attimi vissuti e immortalati su Facebook, è un fenomeno letterario nato nel 2010 sul celebre social network per mano di Fabio Palombo, direttore creativo di una nota agenzia pubblicitaria e pendolare della tratta Saronno-Milano, intento a raccontare storie sospese nell’atmosfera del viaggio. Viaggio di cui oggi sono protagonisti gli stessi TrainDogs che prendono corpo in tutta Italia con gli spettacoli di racconti e musica dal vivo, organizzati spesso su iniziativa degli stessi lettori. Il libro, nato per dare corpo a un format letterario che non è mai appartenuto a un luogo fisico, è una raccolta dei 200 brani ritenuti più significativi dall’autore.

La prefazione

“Questo libro non si legge come tutti gli altri. Questo libro si apre a caso. E si legge la storia che c’è. Poi si richiude e si riapre su un’altra. Tanto sono tutte lunghe uguali: undici righe meno qualcosa. E sono tutte storie di uomini e di donne. Di quello che sono. Di quello che non sono. Di quello che la vita, o il caso, li ha portati a essere. Ecco perché questo libro si apre a caso. Perché è un po’ come la vita.”

Clicca qui per la pagina Facebook dell’evento.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.