CronacaEsteri

Tragedia allo zoo di Pittsburgh, bambino sbranato da 11 licaoni

Licaoni. Foto Internet

Una tragedia si è consumata ieri mattina allo zoo di Pittsburgh, in Pennsylvania: un bambino è stato sbranato da un gruppo di licaoni.

Sfuggito all’attenzione della madre, il piccolo di 3 anni ha oltrepassato la rete di protezione ed è caduto in una gabbia dove ha trovato prematuramente la morte: undici licaoni lo hanno attaccato ed alla fine ucciso a morsi.

A nulla è valso l’intervento di guardiani e veterinari, che hanno tentato di distrarre gli animali e salvare così il bambino. Durante l’operazione di salvataggio, uno degli animali selvatici è stato ucciso dalla polizia. Tutto il dramma si è consumato proprio dinanzi agli occhi della madre della vittima, che non ha potuto in alcun modo intervenire.

Di fatto il bambino potrebbe essere morto prima dell’assalto dei licaoni: ben 4 metri è infatti l’altezza dalla quale il bambino è caduto nella gabbia mortale. Ad ipotizzare ciò è l’amministratrice dello zoo di Pittsburgh, secondo la quale gli animali selvatici avrebbero potuto dare l’assalto al corpo già esanime del bambino. Al momento lo zoo è stato chiuso al pubblico per un periodo di tempo indeterminato.

I licaoni sono predatori originari dell’Africa, simili a cani selvatici e molto aggressivi, specie se in gruppo. I licaoni sono attualmente una specie in via d’estinzione.

Rosaria Cucinella

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.